Cronaca Finocchio / Via Lercara Friddi

Tragedia a Borghesiana: cade dal tetto mentre ripara antenna tv, morto dipendente Atac

I soccorsi sono stati immediati ma per Giuseppe Di Domenicantonio non c'è stato nulla da fare. Il ricordo dei colleghi sui social

Il mondo di Atac è in lutto per la scomparsa di Giuseppe Di Domenicantonio, per tutti Pino, morto domenica 24 febbraio in seguito a una tragica fatalità. L'uomo, 61enne macchinista della ferrovia regionale Termini-Centocelle, stava riparando l'antenna sul tetto, forse danneggiata dal vento, quando ha perso l'equilibrio ed è caduto da un'altezza di sei metri circa.

Immediati i soccorsi del personale medico e dei carabinieri della stazione di Tor Vergata ma per lui non c'è stato nulla da fare. Conosciuto da tanti dipendenti Atac, la notizia della sua morte è stata uno choc per i colleghi. Cresciuto alla Borghesiana, dove abitava con la sua famiglia, aveva lavorato 38 anni nella azienda di trasporti romana.

Pino, come era conosciuto in Atac, prima lavorava come operaio nella Linea A della metropolitana, poi come macchinista sulla Roma-Pantano (ora Termini-Giardinetti). "Andava fiero del suo lavoro e ciò traspariva quando lo si incontrava a bordo di quei convogli: sentirlo raccontare era un po' come scorrere un libro storico sui trasporti metroferroviari romani", lo ricorda David Nicodemi nel suo blog.

Tanti anche i messaggi su Facebook di chi lavorava con lui. "Un grande collega, sempre gentile sorridente e alla mano, una grande persona che ci mancherà", scrive Massimo. "Pino era prossimo alla pensione", sottolinea Claudia ricordandolo. "Una persona fantastica, rideva sempre", è il pensiero di Alessandro. Poi le condoglianze alla famiglia, anche dei sindacalisti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Borghesiana: cade dal tetto mentre ripara antenna tv, morto dipendente Atac

RomaToday è in caricamento