Da Roma e Verona per lavoro, operaio 38enne precipita da tre metri e muore poco dopo

Inutili i tentativi di rianimarlo, per l’uomo non c’è stato nulla da fare

Immagine di repertorio

In trasferta da Roma a Verona per lavoro. Purtroppo un ultimo viaggio per un 38enne residente nella Capitale, morto nella mattinata di venerdì in un incidente sul lavoro nella città veneta. Lo scrive VeronaSera

Stando alle prime informazioni, si trattava di un uomo di origini romene classe 1982, residente a Roma e che lavorava per una ditta di Napoli, che in quel momento stava smontando un'impalcatura, quando l'asse che lo reggeva avrebbe ceduto di colpo facendolo precipitare da un'altezza di circa 3 metri.  

Scattato l'allarme, sul posto sono arrivati gli uomini del 118 con automedica e ambulanza: le operazioni di rianimazione sono andate avanti per alcuni lunghissimi minuti, ma purtroppo per l'operaio non c'è stato niente da fare ed è morto sul posto. 

Sul luogo dell'incidente sono arrivati gli agenti della Polizia di Stato e i tecnici Spisal, che si occuperanno di svolgere gli accertamenti del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento