menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Tragedia a Velletri, operaio morto folgorato dai cavi dell'alta tensione

Sul caso indagano gli agenti della Polizia di Stato e dell'Ispettorato del lavoro. Aperta una indagine

Tragedia a Velletri dove un operaio di 45 anni di Terracina è morto sul lavoro in via Piazza di Mario, una zona periferica del comune dei Castelli Romani. L'uomo stava scaricando dei materiali quando, per cause da accertare, ha toccato dei fili dell'alta tensione con un braccio gru, rimanendo fulminato e morendo sul colpo.

Un dramma andato in scena intorno alle 14 di mercoledì 7 aprile. Sul posto gli agenti del Commissariato di Velletri, la squadra della Scientifica gli ispettori del reparto prevenzione sul lavoro della Asl Roma 6 che hanno avviato indagini. Presente anche il responsabile della ditta e datore di lavoro della vittima, ascoltato dagli inquirenti. La salma è a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Sul caso sono intervenuti anche Paolo Capone, Segretario Generale dell'UGL, e Armando Valiani, Segretario Regionale UGL Lazio: "Come sindacato non ci stancheremo mai di chiedere un potenziamento dei controlli unito ad una costante formazione e una maggiore cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro affinché la salvaguardia dei lavoratori sia sempre il bene primario da perseguire e da difendere. In tal senso, la manifestazione nazionale dell'UGL 'Lavorare per vivere' è volta a sensibilizzare l'opinione pubblica sul triste fenomeno delle cosiddette morti bianche".

Condoglianze che arrivano anche Claudio Di Bernardino, assessore al lavoro della Regione Lazio: "Nella nostra regione siamo a lavoro con tutte le parti sociali per aumentare il livello di sicurezza in tutti i settori, a partire da quelli maggiormente esposti agli incidenti. Un percorso che la prossima settimana ci porterà a presentare in Giunta una proposta di legge regionale sulla salute e sicurezza, grazie alla quale la Regione Lazio avrà il suo primo piano strategico regionale sulla salute e la sicurezza sul lavoro, con azioni definite e finalizzate alla prevenzione, formazione, informazione e vigilanza. Su quest'ultimo fronte riuniremo domani stesso la task force regionale sulla vigilanza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento