rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca

Alexander morto dopo un incidente con il monopattino, amici e famiglia: "Chi ha visto, parli"

I familiari non si danno pace, gli amici anche. Sui social un appello: "Chiunque possa ricordare anche solo un particolare, contatti i vigili o di parlare"

Dopo tre settimane in coma, Alexander Gonzales Hernandez è morto. Aveva 27 anni e, tra pochi mesi, sarebbe diventato papà. Una tragedia senza spiegazioni per amici e parenti che, la notte del 29 luglio, avevano ricevuto la notizia del suo incidente in monopattino, sulla ciclabile di via Gregorio VII.

Il dolore della moglie

Un impatto violento per il ragazzo portato prima al Santo Spirito, poi al San Camillo. Due operazioni e le preghiere della sua famiglia, però, non sono servite. Il 19 agosto il suo cuore ha smesso di battere. Alexander, di origini filippine, ha lottato. Lo ha fatto anche per sua moglie che lo ha ricordato con uno struggente messaggio su Facebook: "Grazie mille amore mio per tutti i ricordi, guidami in tutte le prove che affronterò con il nostro bambino".

Si erano sposati a novembre del 2020, poi ad aprile di quest'anno la dolce attesa. Ora l'incubo. Familiari e amici di Alexander Gonzales Hernandez si fanno tante domande, si chiedono cosa sia accaduto. Tutte le mattine, come in un pellegrinaggio, si recano all'incrocio della pista ciclabile tra via Gregorio VII e via del Cottolengo. Davanti alla chiesa c'è una foto della vittima. Vicino fiori e biglietti.

L'appello dei famigliari: "Chi sa parli"

La dinamica dell'incidente, per i suoi cari, resta un mistero. Nessuno ha assistito alla caduta, non ci sono telecamere. Dai primi rilievi della polizia locale non sembra che la caduta sia stata causata da terzi. L'ipotesi che Hernández sia caduto da solo è ancora tutta da confermare. La tesi, infatti, non convince amici e parenti. I rilievi sul luogo dell'incidente non sembrano aver fornito indizi utili secondo la famiglia, che vuole risposte.  

"L'incidente è avvenuto fra le 23.45/ 01.00 del 29 luglio. Invito chiunque possa ricordare anche solo un particolare di contattare i vigili o di parlare con i familiari che quotidiana mente stazionano davanti il luogo dell'incidente" scrive un amico su Facebook. Con un messaggio lasciato a penna su un palo vicino l'incidente si appellano ai romani: "Chiunque sappia qualcosa dell'accaduto lasci qui il suo recapito". Nessuno sembra aver visto nulla.

Chi era Alexander Gonzales Hernandez

Chi conosceva Alexander Gonzales Hernandez lo ricorda come un marito amorevole e devoto, un figlio leale, un fratello e un buon amico. La moglie è incinta e Alexander era entusiasta di diventare padre. Aveva studiato all'istituto alberghiero Pellegrino Artusi e lavorato al Rome Marriott Grand Hotel Flora. Aveva la passione per la musica, cantava per passione e si faceva chiamare Diroy. Viveva, con la compagna appunto, nella zona di piazza Pio XI e pochi metri di distanza dal luogo della tragedia che gli ha tolto la vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alexander morto dopo un incidente con il monopattino, amici e famiglia: "Chi ha visto, parli"

RomaToday è in caricamento