Cronaca

Folgorato da una scarica elettrica: morto elettricista di Velletri

Il 31enne è deceduto in Puglia dove era rimasto vittima di un incidente sul lavoro

Foto d'archivio

E’ morto in ospedale dove era ricoverato in gravi condizioni in seguito ad un incidente sul lavoro. A perdere la vita Matteo Candidi, elettricista dei Castelli Romani di 31 anni rimasto folgorato lo scorso 26 di giugno mentre era in trasferta lavorativa a Taranto. Gravemente ferito il giovane operaio di Velletri è morto nel reparto di rianimazione dell'ospedale 'Santissima Annunziata' del capoluogo jonico. 

Matteo Candidi era rimasto folgorato da una scarica elettrica riportando delle gravi ustioni mentre era impegnato nel ripristino di alcuni cavi di alta tensione nel Borgo Antico della città pugliese. In condizioni gravissime il 31enne veliterno venne trasportato d'urgenza in rianimazione con le ustioni che avevano interessato gran parte del corpo. Dipendente di una ditta con sede legale ai Castelli Romani a distanza di poco più di tre settimane dall'incidente la tragedia.

La scomparsa del giovane ha trovato il cordoglio del Sindaco di Velletri Orlando Pocci: "La notizia della morte del giovane Matteo Candidi lascia attonita la comunità di Velletri già sgomenta per il terribile incidente sul lavoro del quale era rimasto vittima il 26 giugno scorso a Taranto. Esprimo le condoglianze a tutta la famiglia per la grave perdita e mi stringo a suo fratello Paolo, dirigente comunale, con il quale collaboriamo quotidianamente". "Condoglianze alla famiglia di Matteo Candidi - lo ricordano dall'Asd Velletri Calcio - tutti noi ci riuniamo attorno al suo dolore". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folgorato da una scarica elettrica: morto elettricista di Velletri

RomaToday è in caricamento