Tragedia all'Idroscalo, la comunità in lutto per Mario: "Sei morto nel tuo mare"

Dopo essersi tuffato in mare, Mario potrebbe essere stato poi spinto dalla corrente contro gli scogli dove è stato ritrovato

Foto Comunità Foce Tevere

Una tragedia nel suo mare, quello a due passi da casa, nella zona popolare di Ostia, quella dell'Idroscalo. Mario P., 41 anni, è stato trovato morto poco dopo le 13:30 sugli scogli. Nessun mistero, nessun giallo secondo la polizia tanto che la salma è stata affidata al medico necroscopo, e poi alla famiglia, senza passare dell'Autorità Giudiziaria. 

La causa più probabile di morte sembra essere quella per annegamento. Secondo la ricostruzione degli inquirenti infatti Mario P., dopo essersi tuffato in mare, potrebbe essere stato poi spinto dalla corrente contro gli scogli dove è stato ritrovato.

A segnalare l'allontanamento era stato il fratello poche ore prima del suo ritrovamento raccontando alla polizia del Commissariato del Lido che Mario aveva manifestato la voglia di fare il bagno.

Persona con deficit cognitivi, il 41enne era conosciuto da tutta la comunità dell'Idroscalo di Ostia che, saputa la notizia, lo ha pianto. "Sei morto nel tuo mare. Mariuccio era una dolcissima persona, tutto l'Idroscalo gli ha voluto bene", si legge in un messaggio della Comunità Foce Tevere. 

"Condoglianze a Laura e a Matteo. Ci mancherà il sorriso e la cordialità di Mario. - scrive Antonella - Ogni volta che passavo davanti al cancello prima di nonna e di zio, e poi al nostro, ti affacciavi chiedendo notizie e come andava. Sempre con il sorriso sulle labbra, sempre con tanta educazione gentilezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ti ho incrociato varie volte e i tuoi occhi erano di una buona persona e quando una buona persona se ne va fa sempre male, riposa in pace", ricorda Alessio. "Vi incontravo tutte le mattine alla fermata dello 01 su Corso Duca di Genova, quasi 30 anni fa, io andavo a scuola all'ex Gino Zappa. Con Laura nell'attesa scambiavano due parole. Una mamma dolcissima, orgogliosa e innamorata dei suoi bimbi. Un'immagine bella, indelebile nei miei ricordi", è il pensiero di Emanuela.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

  • Centro commerciale Maximo, salta l'inaugurazione: le insegne sono coperte e sull'apertura cala il silenzio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento