rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Civitella San Paolo / Via Civitellese

Schiacciato dal ponte idraulico: Mario Di Giacomo morto per un errore umano

Ad allertare i soccorritori la convivente del 71enne. La salma dell'uomo è stata messa a disposizione dei familiari

Un errore umano, questo quanto costato la vita a Mario Di Giacomo, il 71enne di Civitella San Paolo morto dopo essere rimasto schiacciato sotto la vettura che stava riparando su un ponte idraulico. La tragedia è avvenuta lunedì 19 marzo, mentre il pensionato era impegnato in alcuni lavori di manutenzione sulla propria automobile. Proprio la Fiat Stilo, posizionata dal lato sbagliato del ponte idraulico, ha schiacciato l'anziano, per il quale i soccorritori non hanno potuto far altro che constatarne la morte.

Morto Mario Di Giacomo a Civitella San Paolo

I fatti si sono consumati intorno alle 16:00 di ieri, in località Santa Scolastica, in un terreno di proprietà del Di Giacomo che si trova in una zona isolata della via Civitellese, poco distante dal Monastero di Santa Scolastica. Sentito il rumore del cedimento del ponte idraulico, a chiamare i soccorritori è stata una donna romena, convivente dell'uomo rimasto vedovo da qualche anno. Arrivati sul posto i vigili del fuoco hanno provveduto a liberare il 71enne rimasto schiacciato sotto il peso della Fiat Stilo, sul posto è intervenuta anche l'eliambulanza, tornata indietro vuota una volta accertata la morte dell'uomo. 

Morto per un errore umano 

Constatato il decesso di Mario Di Giacomo, gli accertamenti su quanto accaduto sono stati effettuati dai carabinieri della Stazione di Fiano Romano. Secondo quanto riscontrato dai militari dell'Arma, il ponte idraulico posizionato nel terreno dell'abitazione privata del 71enne, ha ceduto per un errore umano. A determinare il cedimento l'auto caricata al contrario sul ponte idraulico. Già sotto la Fiat Stilo sulla quale stava effettuando dei lavori di manutezione meccanica, il 71enne non ha potuto far nulla quando la vettura lo ha schiacciato. A causare il cedimento come detto un errore fatale, con il ponte idraulico che non ha retto al peso della parte anteriore dell'auto (dove sussiste il motore), determinando il cedimento dello stesso. 

Salma a disposizione dei familiari 

Sul posto, oltre ai carabinieri ed ai pompieri, anche il magistrato di turno. Accertata la causa accidentale della morte del pensionato, la salma di Mario Di Giacomo è stata quindi affidata ai familiari. In pensione, dopo aver lavorato come meccanico specializzato, il 71enne era molto conosciuto nel piccolo Comune di poco più di 2mila abitanti della provincia nord della Capitale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiacciato dal ponte idraulico: Mario Di Giacomo morto per un errore umano

RomaToday è in caricamento