Cinema: muore a 85 anni il regista Luigi Magni

Nato e morto a Roma aveva esordito come sceneggiatore nel 1958. Tra i suoi film più noti, 'Nell'anno del signore' e 'In nome del Papa re', con Nino Manfredi, con cui ebbe un lungo e fortunato sodalizio

E' morto la mattina del 27 ottobre a Roma il regista Luigi Magni. Nato nella Capitale, Magni aveva 85 anni e aveva esordito nel cinema come sceneggiatore nel 1956, lavorando con molti 'grandi', tra i quali Camillo Mastrocinque, Alberto Lattuada e Mario Monicelli. Nel 1968 il passaggio dietro la macchina da presa. Tra i suoi film più noti, 'Nell'anno del signore' e 'In nome del Papa re', con Nino Manfredi, con cui ebbe un lungo e fortunato sodalizio.

CARRIERA - Dopo la morte di Manfredi (2004) Magni  non ha più diretto film. Nello stesso anno aveva ricevuto al Tranifilmfestival il premio cinematografico “Stupor Mundi” riconoscimento alla carriera ispirato alla figura di Federico II di Svevia. Nel 2008 fu a volta del David di Donatello alla carriera per celebrare i suoi 80 anni e i 40 di attività registica. La carriera di Magni inizia come sceneggiatore e soggettista in collaborazione con Age & Scarpelli.

CINEMA - L'approdo definitivo nel cinema nel 1956 lavorando con i più importanti registi italiani dell'epoca: Mario Monicelli, Luciano Salce, Mauro Bolognini, Camillo Mastrocinque, Giorgio Bianchi, Pasquale Festa Campanile, Carlo Lizzani e Alberto Lattuada. Nel 1968 passa dietro la macchina da presa dirigendo Vonetta McGee, Enzo Cerusico e Renzo Montagnani nella commedia Faustina. Ma il successo arriverà a Magni con il suo secondo lavoro, Nell'anno del Signore (1969), la pellicola che delinea il suo marchio di fabbrica: commedie ambientate nella Roma papalina e risorgimentale, ondeggiando tra l'aspetto farsesco e quello drammatico, non dimenticando il linguaggio squisitamente "romano". Da questo film inizia la collaborazione di Luigi Magni con Nino Manfredi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MANFREDI - Dopo La Tosca (1973) con Monica Vitti, In nome del Papa Re (1977) fa vincere al regista il David di Donatello per la migliore sceneggiatura. Tra i suoi ultimi film: Secondo Ponzio Pilato (1987), 'O Re (1988), In nome del popolosovrano (1990), Nemici d'infanzia (1995), che gli fa vincere il secondo David di Donatello per la sceneggiatura, e La Carbonara (2000). Il suo ultimo film per la tv fu 'La notte di Pasquino'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento