Morto Luigi Amadio: Fondazione Santa Lucia in lutto per la perdita del direttore generale

Le esequie saranno in forma strettamente riservata. Il 20 marzo prevista una commemorazione pubblica nella sala convegni della struttura sanitaria di via Ardeatina 354

Luigi Amadio

Il Direttore Generale della Fondazione Santa Lucia Irccs, Dottor Luigi Amadio, è venuto improvvisamente a mancare ieri sera, domenica 12 marzo 2017, mentre si trovava nella propria abitazione. Lo rende il personale della struttura sanitaria di via Ardeatina 354, che esprime profondo cordoglio ai familiari e si unisce nell’impegno a proseguire l’opera promossa con infaticabile lavoro dal suo Direttore Generale. Sotto la guida del Dottor Luigi Amadio la Fondazione Santa Lucia Irccs è stata punto di riferimento per un grande numero di pazienti sottoposti a percorsi di neuro-riabilitazione. Analogo sviluppo ha conosciuto la Fondazione nel settore della ricerca biomedica, con il riconoscimento nel 1992 di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (Irccs).
 
LUIGI AMADIO - Luigi Amadio ricopriva la carica di Direttore Generale fin dalla nascita della Fondazione Santa Lucia Irccs. Oggi la Fondazione conta un Ospedale con oltre 300 posti letto per neuro-riabilitazione ad alta specializzazione in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale, un Reparto dedicato alla riabilitazione pediatrica, che ogni anno assicura assistenza a oltre 300 bambini e alle loro famiglie, e 60 laboratori di ricerca distribuiti tra il campus di via Ardeatina a Roma e il vicino Centro Europeo di Ricerca sul Cervello (CERC).
 
DISCPINE PARALIMPICHE - Sotto la direzione del Dott. Luigi Amadio la Fondazione Santa Lucia Irccs è stata anche protagonista, a partire dagli anni settanta, dello sviluppo delle discipline sportive paralimpiche. Numerosi gli atleti approdati dalle palestre della Fondazione alle Paralimpiadi. Per lunghi anni, in particolare, le formazioni gialloblu del nuoto e del basket hanno rappresentato in Italia e all’estero le realtà di punta dello sport italiano per disabili.
 
VOCE AI DEBOLI - Nel difficile contesto di un Servizio Sanitario Nazionale stretto tra i bisogni di assistenza alla cittadinanza e il rigore di bilancio, Luigi Amadio si è sempre impegnato a difendere le ragioni di una riabilitazione altamente specializzata, finalizzata al recupero integrale della persona e al suo reinserimento nel tessuto sociale, a garanzia dei Malati e del Personale della Fondazione e a promozione di una società capace di dare voce ai deboli.
 
ULTIMO SALUTO - Per espressa volontà dei familiari le esequie avranno luogo in forma strettamente privata. Una commemorazione pubblica avrà luogo lunedì, 20 marzo 2017, alle ore 11.00, presso la Sala Convegni della Fondazione Santa Lucia Irccs (via Ardeatina 354, Roma).

CORDOGLIO DI AURIGEMMA - La morte di Luigi Amadio ha trovato il commento del Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio e vice presidente della Commissione Salute Antonello Aurigemma: "Esprimiamo il nostro più sentito cordoglio per la scomparsa di Luigi Amadio, direttore generale della fondazione Santa Lucia. In questo momento di dolore, ci stringiamo intorno ai suoi familiari. A Luigi Amadio va il nostro assoluto riconoscimento e apprezzamento per il grande impegno e l'ottimo lavoro svolto in questi anni, che ha contribuito a rendere il centro di via Ardeatina una eccellenza della sanità della nostra regione, e non solo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento