rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca Castel Gandolfo / Via Spiaggia del Lago

Morto per una scommessa, la ricostruzione del pic nic al lago finito in tragedia

Il corpo dell'uomo è stato visto galleggiare da due canoisti, che immediatamente hanno dato l'allarme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri

Una scommessa con in palio una bottiglia di vodka che sarebbe andata a chi, di notte, avrebbe attraversato a nuoto il lago. Una sfida costata la vita ad un romeno di 49 anni, senza fissa dimora, trovato morto nella mattinata di giovedì tra le rive del bacino di Castel Gandolfo

Dopo aver bevuto insieme a un gruppo di connazionali mercoledì sera, il 49enne ha fatto il bagno con uno di loro. L'amico è rientrato mentre lui è morto annegato. A dare l'allarme ai carabinieri di Castel Gandolfo che indagano sull'accaduto, sono stati proprio i suoi connazionali che si sono accorti che l'amico non era più con loro solamente nella mattinata di ieri, al loro risveglio.

A trovare il corpo senza vita del 49enne, intorno alle 12 di giovedì, sono stati due canoisti che hanno attirato l'attenzione dei sommozzatori dei vigili del fuoco. Stando a una prima ricostruzione dei militari dell'Arma, l'uomo e altri suoi connazionali si erano recati al lago consumando alcolici.

Quindi due di loro, il 49enne e un suo amico, hanno scommesso di poter attraversare il lago, come confermato dagli altri componenti del gruppo ascoltati dagli investigatori. Solamente uno di loro è tornato. Gli altri, probabilmente a causa dell'alcol ingerito, non si sono resi conto di nulla fino al loro risveglio. 

vigili del fuoco1-3-5

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto per una scommessa, la ricostruzione del pic nic al lago finito in tragedia

RomaToday è in caricamento