Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Non riesce ad entrare in casa e chiama i vigili del fuoco: entrano e trovano il compagno morto impiccato

A chiamare i soccorritori la convivente del 38enne. Sul posto vigili del fuoco, 118 e carabinieri

Tragedia alle porte di Roma dove un uomo è stato trovato impiccato in casa. A chiamare i soccorsi la convivente del 38enne, inutili i tentativi di salvarlo, per l'uomo non c'è stato nulla da fare. 

La chiamata disperata al 112 poco dopo le 20:30 di martedì 7 luglio dal Comune di Palestrina. Sul posto sono quindi intervenuti i vigili del fuoco del Comando Provinciale di Roma per entrare nei locali dove era segnalata la presenza dell'uomo. 

Trovato impiccato ma ancora in vita, i soccorritori hanno eseguito le manovre di rianimazione con l'ausilio poco dopo del personale sanitario che ha continuato la manovra, non potendo poi far altro che constatare l'avvenuto decesso dell'uomo. 

Identificato in un 38enne italiano, la salma dello stesso è stata traslata al Policlinico Tor Vergata dove è stata disposta l'autopsia. Sul posto per accertare l'accaduto i carabinieri della Compagnia di Palestrina. Gli investigatori dell'Arma al momento non escludono nessuna ipotesi, compresa quella del gesto volontario. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non riesce ad entrare in casa e chiama i vigili del fuoco: entrano e trovano il compagno morto impiccato

RomaToday è in caricamento