Cronaca Ciampino / Via Vigna Capri

Esplode una villa a Ciampino, un morto carbonizzato

La vittima aveva 26 anni. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, quella che il giovane sia morto mentre cercava di incendiare l'immobile. Nessun'altra persona sarebbe rimasta coinvolta

Esplosione in una villa a Ciampino, in via Capri, nel pomeriggio. Una persona è morta carbonizzata. Secondo quanto si apprende, la vittima si chiamava Nicandro Casamonica ed aveva 26 anni. I vigili del fuoco sono intervenuti alle 16 circa con quattro mezzi per spostare le macerie e assicurarsi che nell'incidente non fossero rimaste coivolte altre persone.

Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, quella che il giovane sia morto mentre cercava di incendiare l'immobile, di proprietà di Raffaele Casamonica, per riscattare l'onore della sorella, fuggita con il figlio del proprietario di casa la notte prima. A dare l'allarme lo stesso Raffale Casamonica allertato da un sistema di videosorveglianza collegato al suo telefono cellulare. 

Una questione personale dunque, con Nicandro Casamonica che si era portato alcune taniche di benzina per dar fuoco alla casa, poi qualcosa è andato storto ed è morto nella stessa abitazione. Questa la principale ipotesi investigativa al vaglio dei Carabinieri di Frascati e Castel Gandolfo che indagano sull'accaduto, che al momento non escludono comunque altre ipotesi investigative. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplode una villa a Ciampino, un morto carbonizzato

RomaToday è in caricamento