Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Tivoli / Via Nazionale Tiburtina, 156

Nuove Cartiere di Tivoli: operaio muore dopo un volo di 10 metri

Per Elpidio Pastore non c'è stato nulla da fare, è deceduto nonostante i tentativi di rianimarlo. Era impegnato nel rifacimento del tetto di un capannone

'Morte bianca' a Ponte Lucano dove un operaio casertano di 39 anni è deceduto dopo essere caduto nel vuoto da un'altezza di circa 10 metri. La tragedia poco dopo le 10,00 di questa mattina alle Nuove Cartiere di Tivoli al civico 156 della via Nazionale Tiburtina. Per Elpidio Pastore, questo il nome della vittima, non c'è stato nulla da fare è deceduto subito dopo lo schianto con il terreno nonostante i disperati tentativi di rianimarlo. L'uomo era residente a Caserta.

INCIDENTE SUL LAVORO - SUl posto, oltre agli agenti del commissariato di Tivoli anche gli ispettori della Asl, al lavoro con gli inquirenti per cercare di ricostruire l'esatta dinamica che ha portato alla morte dell'uomo nato nel 1975. Secondo i primi accertamenti Elpidio Pastore stava lavorando su un'impalcatura al rifacimento della copertura del tetto di uno degli edifici delle Nuove Cartiere tiburtine, poi la caduta a causa, presumibilmente, del decimento della balaustra dell'impalcatura sulla quale stava lavorando. Non si esclude che possa essere scivolato.

SALMA A DISPOSIZIONE DELL'AUTORITA' GIUDIZIARIA - La salma dell'uomo è stata messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Aperto un fascicolo d'indagine da parte della Procura di Tivoli per fare luce su quanto accaduto ed accertare eventuali responsabilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove Cartiere di Tivoli: operaio muore dopo un volo di 10 metri

RomaToday è in caricamento