rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

E' morto il sociologo Domenico de Masi

Si è spento a Roma all'età di 85 anni uno dei sociologi più popolari del panorama nazionale. Viveva e lavorava nella Capitale

Si è spento nella Capitale il sociologo Domenico De Masi. Nato a Rotello il primo febbraio del 1938 viveva e lavorava da molti anni a Roma.

Il cordoglio del Campidoglio

“Con grande dispiacere apprendo della scomparsa del professor Domenico De Masi, un sociologo dallo sguardo lucido sui cambiamenti del mondo del lavoro ma anche una persona gentile” ha commentato il sindaco Roberto Gualtieri che, attraverso il proprio account Twitter ha indirizzato anche “un abbraccio affettuoso alla famiglia, ai suoi cari e a chi gli voleva bene”.

La carriera da docente

Laureatosi nel 1960 in giurisprudenza, si era specializzato in sociologia del lavoro a Parigi. E’ stato quello il ramo delle scienze sociali a cui ha dedicato maggiore attenzione, come studioso, ricercatore e docente. Nell’insegnamento ha mosso i primi passi all’università Federico II di Napoli, come assistente nelle cattedra di Sociologia e, subito dopo, all’università di Sassari come professore di Sociologia.

De Masi a Roma

A Napoli ha insegnato tra i primi anni Settanta, all’Orientale, ed alla Federico II. Ma è stata sempre in quella decade, ed in particolare del 1977, che ha intrecciato la propria esperienza accademica con la Capitale. E’ stato in particolare alla Sapienza docente di Sociologia del Lavoro e preside, agli inizi del terzo millennio, della facoltà di Scienze della comunicazione. Tra i sociologi più apprezzati, anche all'estero, è stato frequentemente ospite del Maurizio Costanzo Show e di numerose trasmissioni televisive, divenendo uno dei sociologi più popolari del paese. Si è spento all'età di 85 anni. 

Il cordoglio della politica

Molti i commenti di commenti di cordoglio espressi da personaggi della politica. Tra questi anche quello di Elly Schlein. “Con i suoi studi sulla sociologia del lavoro e il suo approccio fuori dagli schemi ai problemi della società postindustriale ha saputo offrire spunti di dibattito e arricchimento non solo alla politica ma a tutto il Paese” ha commentato la segretaria, nell'esprimere il personale cordoglio e quella della comunità Dem “Ai suoi familiari e ai suoi amici vanno le più sentite condoglianze”.

“Dolore e tristezza” è stata espressa anche dal segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. “E’ stato un privilegio – ha aggiunto il parlamentare, eletto con l’alleanza Verdi Sinistra - aver avuto i suoi consigli in tante occasioni, a partire dalla proposta legge per la riduzione dell'orario di lavoro a parità di salario del 2019”. Numerosi anche i commenti arrivati dai rappresentati del M5s, dall’ex sindaca di Torino Chiara Appendino ai rappresentanti pentastellati nelle commissioni cultura di Camera e Senato che, del professore, hanno ricordato l’essere “un vero uomo di cultura, una mente lucidissima le cui analisi hanno avuto il merito di sfidare le convenzioni tradizionali sul lavoro e sulla società, spingendo le persone a riflettere sul significato del loro tempo e delle loro passioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto il sociologo Domenico de Masi

RomaToday è in caricamento