Coronavirus: morto il sindacalista Lamberto Pignoloni, aveva 60 anni

Dipendente della Asl Roma 5 è deceduto a causa del Covid19 all’ospedale Spallanzani

Lamberto Pignoloni aveva 60 anni

Sindacato in lutto per la morte di Lamberto Pignoloni, riferimento per tanti anni per i lavoratori e le politiche della Cgil per la sanità nella Regione Lazio. Nato a Tivoli, il 60enne è deceduto all’ospedale Spallanzani a causa del Coronavirus. Dipendente della Asl Roma 5 alla notizia della sua morte numerosi sono stati i messaggi di cordoglio.

Se n’è andato questa notte Lamberto Pignoloni, lo ricorda Fp Cgil Roma Lazio: “Un compagno storico, competente, appassionato, che ha dato tanto al sindacato e tanto lascia, in competenza e umanità, a chi ha fatto con lui un lungo tratto di strada e di battaglie, dal territorio di Roma Eva alla struttura regionale e nazionale della nostra Fp. Un compagno di riferimento per tanti anni per i lavoratori e le politiche sindacali della #Cgil per la sanità nella nostra regione, oggi il comparto più esposto, insieme a tutti i lavoratori e le lavoratrici dei servizi essenziali”.

“Non sarà ancora con noi - lo ricorda ancora il sindacato - nelle battaglie di questi giorni e che nei prossimi mesi porteremo avanti: per restituire centralità al Ssr e ai servizi pubblici alla salute, investire su assunzioni, sicurezza, contratti. Ma con noi resteranno sempre la sua generosità, il suo entusiasmo, la sua disponibilità. Grazie Lamberto, da tutti noi”.

A ricordarlo anche l’ex sindaco di Tivoli e presidente del gruppo del PD in Consiglio regionale del Lazio Marco Vincenzi: “Ciao Lamberto le parole dei Compagni della Cgil ci spiegano quanto è difficile in realtà descrivere compiutamente le grandissime tue qualità come persona e come dirigente sindacale. Il vuoto che lasci è immenso ci siamo conosciuti da giovanissimi, tu già eri un compagno della Fgci, quando l’impegno politico era tutto era ideale, valoriale, esistenziale insieme a tantissime ragazze e ragazzi abbiamo condiviso anni entusiasmanti. Ti piango insieme ad una intera comunità di donne ed uomini a cui hai dato tantissimo, ti continuerò a pensare come un amico cui mi ha legato tantissima stima ed affetto. Siamo vicini a tuo figlio, tuo fratello e ai tuoi cari. Un grandissimo abbraccio”. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento