Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Non risponde al telefono da due giorni, amici chiamano i soccorritori che lo trovano morto in casa

L'intervento dei vigili del fuoco e della polizia in un appartamento di Civitavecchia

Immagine di repertorio

Lo hanno chiamato i suoi amici, preoccupati dal fatto che non riuscissero a contattarlo da due giorni. Dopo diverse telefonate a vuoto la richiesta d'intervento ai vigili del fuoco che, una volta entrati in casa, hanno fatto il tragico rivenimento trovandolo privo di vita sulla poltrona del salotto. La tragica scoperta intorno alle 13:00 di oggi, giovedì 6 maggio, a Civitavecchia. Vittima un uomo di 63 anni. 

Intervenuti sul posto, i pompieri di Civitavecchia hanno forzato la porta della casa consentendo così l'ingresso nell'abitazione del personale sanitario del 118. Il medico intervenuto non ha però potuto fare altro che constatare il decesso del 63enne civitavecchiese. 

Sul posto per accertare l'accaduto sono quindi intervenuti gli uomini della Misericordia di Santa Marinella e gli agenti della polizia di Stato. Senza evidenti segni di violenza sul corpo, fra le ipotesi della morte del 63enne quella del probabile malore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non risponde al telefono da due giorni, amici chiamano i soccorritori che lo trovano morto in casa

RomaToday è in caricamento