rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Genzano di Roma

Tragedia ai Castelli: 14enne precipita da 30 metri di altezza e muore

Secondo quanto ricostruito, l'adolescente, salito su un albero, è caduto a causa di un ramo spezzato

Tragedia ai Castelli. Nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 15 aprile, un ragazzo di 14 anni - F.P. le sue iniziali - è morto dopo essere precipitato per 30 metri in una zona boschiva, sul costone genzanese del lago di Nemi. Fatale la caduta in uno strapiombo, avvenuta poco prima delle 19.30 all'interno del comune di Genzano, in via Colle Perino.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della stazione di Genzano e della compagnia di Velletri, il giovanissimo si trovava insieme agli amici quando si è arrampicato su un albero. La pianta però non ha retto: un ramo si è infatti spezzato, causando la caduta del 14enne. 

Un volo di 30 metri, nel vuoto. Precipitato per 30 metri, privo di coscienza, l'adolescente è stato soccorso dai vigili del fuoco e dal personale del 118. Condizioni disperate che hanno reso vana la corsa all'ospedale dei Castelli. 

Nato a Genzano, ma residente ad Ariccia, il 14enne è stato dichiarato morto poco dopo l'arrivo in ospedale. La salma è stata messa a disposizione della famiglia: nessun dubbio infatti si sia trattato di un tragico incidente. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia ai Castelli: 14enne precipita da 30 metri di altezza e muore

RomaToday è in caricamento