Influenza, tre morti dopo il vaccino: "Nel Lazio nessun caso di reazioni avverse"

Anche nella regione Lazio, a seguito del divieto imposto dall'Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco), sono stati bloccati i due lotti del vaccino antinfluenzale, per accertamenti su tre decessi

"In merito alla vicenda del vaccino antinfluenzale Fluad, la Regione Lazio ha attivato tutte le procedure di farmacovigilanza e da domani nessuna dose del farmaco dei lotti interessati verrà somministrata seguendo in via precauzionale le indicazioni dell'Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco). Al momento nel Lazio non si è verificata alcuna anomalia".

E' la nota diffusa dalla Pisana, dopo il divieto di utilizzo, imposto dall'agenzia di due lotti del vaccino Fluad contro l'influenza, per accertamenti dopo tre casi di morti in seguito a somministrazione. 

"Preso atto delle comunicazioni dell'Aifa in merito al vaccino antinfluenzale Fluad della Novartis, la Fimmg (Federazione dei Medici di Medicina Generale del Lazio) pur prendendo atto che il blocco deciso dall'Aifa riguarda due soli lotti ovvero i 142701 e 143301, ha comunicato via SMS e sta comunicando in queste ore a tutti i medici di medicina generale iscritti al sindacato ed impegnati nella campagna vaccinale di interrompere per precauzione la somministrazione delle confezioni del farmaco attualmente nella disponibilità degli studi, controllando il lotto ed eventualmente comunicarlo alla Regione o alla Federazione se rispondente a quelli segnalati. A tuttora nel Lazio - precisa Fimmg Lazio - non risultano segnalazioni rispetto ad episodi di reazioni avverse state ravvisate a 48 ore dalla somministrazione del farmaco nei tre casi segnalati dall'AIFA".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Agenzia non ha reso nota l'età delle persone decedute né informazioni circa le loro condizioni generali di salute pre-vaccino. A quanto si è appreso, però, i tre casi di decesso si sarebbero verificati tra il 12 e il 18 novembre scorsi in Sicilia (un uomo di 68 anni e una donna di 87) e uno in Molise (una donna di 79 anni). Il quarto caso, quello non fatale, riguarderà un molisano di 92 anni tuttora ricoverato in gravi condizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento