Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Via Quintilio Varo

Si addormentano con il braciere acceso, morti due uomini

Le vittime avevano 44 e 18 anni. Intossicata una terza persona che si trovava in casa con loro

Via Quintilio Varo 32 (Foto google)

Tragedia a Tivoli dove due uomini sono morti a causa delle esalazioni rilasciate da un braciere lasciato acceso prima di andare a dormire. E' accaduto la notte di lunedì scorso a Tivoli, Comune della provincia nord est alle porte di Roma. A perdere la vita due cittadini egiziani di 44 e 18 anni, con un terzo uomo rimasto intossicato e trasportato d'urgenza in ospedale. 

Il macabro rinvenimento in un'abitazione di via Quintilio Varo, a due passi dalla Grande Cascata del Comune della Città dell'Arte, appena fuori dal centro abitato della "Superba". A richiedere l'intervento dei soccorritori una terza persona che si trovava nell'abitazione che si trova al civico 32 della strada che collega Tivoli a Campolimpido prima di perdere i sensi una volta riuscito a risvegliarsi. 

Intervenuti nell'appartamento gli uomini delle ambulanze del 118 nulla hanno potuto se non constatare il decesso due due uomini egiziani. Intossicato un 35ene, trasportato poi al Policlinico Umberto I.

Identificati in Elataan Mahmoud Eazat Ibrahim (classe 1977) e Hussain Aly Mohamd Aly (nato nel 2003), i carabinieri della Stazione di Tivoli intervenuti sul posto hanno trovato un braciere ancora acceso, usato dai tre per cuocersi della carne alla brace la sera prima. A causare la morte dei due le esalazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si addormentano con il braciere acceso, morti due uomini

RomaToday è in caricamento