rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022

VIDEO | "Non sporcate la piazza": prima la lite, poi l'aggressione. Così è morto Umberto Ranieri

Dalle indagini è emerso che il ragazzo aveva colpito l'uomo al termine della degenerazione di un alterco nato in seguito all'invito rivolto da Ranieri al gruppo di giovani, affinché non sporcassero il luogo in cui stavano consumando una bustina di semi di girasole 

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri Roma Casilina hanno individuato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 18enne di origini tunisine, con cittadinanza italiana acquisita di recente, ritenuto responsabile dell'omicidio di Umberto Ranieri, in arte Nniet Brovdi,https://ctrl-c.cc/?VJxjjGII3M5JMMKgTLuGfmdiDJRGvhWi9j3h6GthPidG9g5gXhSiuH6KXm7MRLql8HOkVJ5MzmKKilQkKFjmnI5kYi5H6hNgJImMALd8UzHn15tlNcN1 avvenuto a Roma, Largo Preneste lo scorso 17 marzo.

L'attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, caratterizzata dai pochi elementi indiziari acquisiti dalle testimonianze di alcuni presenti.

Così è emerso che il ragazzo aveva colpito Umberto Ranieri al termine di una lite nata in seguito all'invito rivolto dall'artista al gruppo di giovani, affinché non sporcassero il luogo in cui stavano consumando una bustina di semi di girasole.  

Video popolari

VIDEO | "Non sporcate la piazza": prima la lite, poi l'aggressione. Così è morto Umberto Ranieri

RomaToday è in caricamento