Cronaca

“La morte di Stefano Cucchi ricorda quella di Aldrovandi”

I parlamentari Pd Della Seta e Poretti annunciano un'interrogazione urgente al ministri Alfano e La Russa. Rita Bernardini (radicali): "Fare chiarezza sulle circostanze che hanno portato alla morte”

“La morte di Stefano Cucchi ricorda la drammatica vicenda di Federico Aldrovandi”. Il paragone tra il 31enne romano, deceduto al Pertini in circostanze misteriose e il 17enne di Ferrara morto in circostanze altrettanto misteriose dopo una sera in discoteca, è stato fatto da due deputati del Pd, Roberto Della Seta e Donatella Poretti.

Spiegano le due deputate: “Per la giustizia di un paese che non deve conoscere pratiche da regimi dittatoriali, e per rispetto nei confronti dei familiari della vittima, è indispensabile chiarire rapidament
e chi e quando ha inflitto le percosse al giovane, se è stata prestata tutta l'assistenza medica necessaria e se non vi siano state omissioni, o peggio, coperture nei riguardi di chi ha causato le lesioni, e forse la morte, del giovane Cucchi. Chiediamo ai ministri Alfano e La Russa - concludono Della Seta e Poretti, “se non ritengano necessario avviare un'approfondita indagine su questa tragica vicenda, e di procedere con la massima severità nei confronti di chi, all'interno della pubblica amministrazione, si sia reso corresponsabile della morte di un ragazzo di 31 anni”.

Dura anche la deputata radicale Rita Bernardini: “Chiedo di fare chiarezza sulle circostanze che hanno portato alla morte del detenuto e di prendere provvedimenti”. La Bernardini inoltreribadisce "l'urgenza di un'indagine conoscitiva sui decessi in carcere".

Intanto su Facebook il gruppo “Giustizia per Stefano Cucchi” ha già raccolto oltre 1000 iscritti e tra amici e gente arrabbiata aumentano sempre di più.

LE INDAGINI
La procura di Roma ha disposto una consulenza medico legale per fare luce sulla morte di Cucchi. La magistratura nei giorni scorsi ha aperto un fascicolo ed ora ha deciso di acquisire la cartella clinica di Cucchi, la trascrizione del verbale d'udienza di convalida e la  registrazione dell'udienza stessa.

Cucchi fu arrestato nel parco Appio Claudio perché trovato in possesso di marijuana. Dopo la convalida ed il trasferimento a Regina Coeli i problemi culminati nel suo trasferimento nell'ospedale Sandro Pertini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La morte di Stefano Cucchi ricorda quella di Aldrovandi”

RomaToday è in caricamento