Giallo di Anguillara: "Marco e famiglia sconvolti? E' tardi"

I legali del fidanzato della vittima avevano riferito: "Famiglia sconvolta per la tragedia". I genitori di Federica: "Parole tardive"

Dichiarazioni "tardive" quelle di Marco Di Muro, il fidanzato di Federica Mangiapelo, la ragazza di Anguillara trovata morta la mattina del 1 novembre sul lungolago di Bracciano. Lo ha detto la famiglia della vittima all'Adnkronos per voce dei legali. Il riferimento è alla nota di ieri con cui gli avvocati del fidanzato indagato riferivano quanto i genitori del ragazzo siano "sconvolti" per la tragedia avvenuta.

Madre e padre di Federica prendono atto delle parole di Di Muro e della sua famiglia ma allo stesso tempo ritengono che queste siano arrivate troppo in ritardo. Il padre di Federica, si fa notare nella dichiarazione, "nella mattinata del 1 novembre ha ripetutamente cercato di mettersi in contatto con Marco, chiamandolo sul cellulare. Il telefono squillava ma lui non ha risposto". Quindi, "pur prendendo atto delle dichiarazioni di Marco Di Muro e dei suoi genitori diffuse dai suoi legali", si fa notare di considerarle "tardive".

I legali dell'indagato, "sollecitati a rilasciare dichiarazioni sul tragico caso di Federica Mangiapelo", avevano sottolineato "che nel rispetto delle funzioni esercitate dal Pubblico Ministero e dai suoi ausiliari, che stanno svolgendo accurate ed ampie indagini consentendo l'esercizio di ogni garanzia difensiva, sia opportuno non rilasciare dichiarazioni prima che le indagini in corso siano completate".

I FATTI - Il corpo di Federica è stato ritrovato la mattina del 1 novembre sul lungolago a Vigna di Valle. Sul decesso è mistero da settimane e gli inquirente sono ancora a lavoro. Nel registro degli indagati il fidanzato, Marco Di Muro, che era con la giovane la sera di Halloween. O almeno, secondo quanto emerso, c'era fino alle 2 della notte. La morte però sarebbe avvenuta intorno alle 4 e quelle due ore di intervallo sono diventate un buco nero. Com'è morta Federica? E come è arrivata a Vigna di Valle in una notte che era fredda e piovosa? Domande ancora senza risposta. Ricordiamo che, dall'esame autoptico, non sono emersi segni di violenza sul corpo nè ferite di alcun genere. La giovane non sarebbe neanche annegata perché nei polmoni non è stata trovata traccia nè di acqua nè di sabbia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento