Trovata morta sul lago di Bracciano: "Federica Mangiapelo morta per annegamento"

La 16enne venne trovata priva di vita la notte di Halloween del 2012. La perizia dopo la riapertura del caso lo scorso mese di dicembre

Federica Mangiapelo

Si infittisce ancora più di mistero la morte di Federica Mangiapelo, la giovane 16enne trovata priva di vita all'alba del 1 novembre del 2012 sulle rive del lago di Bracciano, nella zona di Vigna di Valle. A tingere di giallo il decesso della giovane la relazione medica sulle cause del decesso: "Morta per annegamento". Un vero e proprio mistero in relazione al quale si sta cercando di fare ancora piena luce. Unico indagato il fidanzato Marco Di Muro, rinviato a giudizio dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia per "omissione di soccorso".

AUTOPSIA - Il caso venne riaperto nel gennaio di quest'anno, dopo che una prima autopsia indicò come a causarne la morte fosse stata una miocardite. Un caso che però presentava troppi elementi oscuri, e per questo il Gip ha deciso di procedere con nuove indagini. Secondo il medico che ha effettuato l'ultima perizia, Federica Mangiapelo è deceduta dopo aver bevuto molta acqua del lago: a provarlo sono le diatomee, funghi di acqua dolce, rinvenute in grandi quantità in tutti gli organi del corpo esaminati.

SITUAZIONE DEL FIDANZATO - Una scoperta che potrebbe aggravare la situazione dell'allora fidanzato della 16enne, che affermò di aver passato la serata con Federica e di averla lasciata da sola poco prima della morte della stessa in seguito ad un litigio. Poi la scoperta del cadavere sulle rive del lago, con la possibilità che la giovane sia morte per annegamento. Una perizia che rende ancora più intricata la situazione, visto che il corpo privo di vita della giovane di Anguillara Sabazia venne trovato a riva in appena trenta centimetri di acqua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CHI L'HA VISTO? - Ad ascoltare la versione del fidanzato anche la trasmissione Chi l'ha visto?. Nel corso del programma andato in onda su Rai Tre nel gennaio di quest'anno Marco Di Muro avrebbe infatti raccontato che quella notte di Halloween erano in tre, assieme ad un amico. Sono andati in un pub a passare la serata, poi Marco ha riaccompagnato la fidanzatina a casa, o meglio, prima di arrivarci lei si è fatta lasciare in via Anguillarese, a qualche chilometro di distanza dall'abitazione. Non è chiaro perché sia scesa in quel punto e non a casa. Lui comunque la fa scendere, riaccompagna l'amico e ritorna sul posto, dove però la ragazza non c'è più. In questo punto il racconto di Marco viene smentito. Lui dice di essere tornato a casa intorno alle 1 e 30, ma la telecamera di una pompa di benzina lo riprende mentre fa il pieno all'auto alle 2 e 30. Tornato a casa Marco manda un sms a Federica con scritto: "Sono tornato ma non c'eri, perché sei andata via?". Alle 3 e 08 accede a Facebook e scrive un altro messaggio: "Ti voglio sempre anche se abbiamo litigato... ". La mattina dopo la scoperta del cadavere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento