Morte Desirée Mariottini: Tribunale Riesame annulla accusa omicidio per due degli arrestati

Caduta anche l'accusa di violenza sessuale di gruppo per Chima Alinno e Brian Minthe, mentre resta quella per spaccio di droga

Via dei Lucani 22 a San Lorenzo

Il Tribunale del Riesame ha fatto cadere l'accusa di omicidio per due degli arrestati per la morte Desirée Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina, trovata morta nella notte tra il 18 e il 19 ottobre in un edificio abbandonato in via dei Lucani, a San Lorenzo. 

Si tratta di Chima Alinno, il 47enne nigeriano e di Brian Minthe, 43 anni senegalese. Per i due, che restano comunque in carcere, cade anche l'accusa  di violenza sessuale di gruppo in abuso sessuale su minore mentre resta quella per spaccio. 

Domani intanto è fissata l'udienza del Riesame per Mamadou Gara, il terzo africano arrestato a Roma: a questo punto anche per lui potrebbe cadere l'accusa di omicidio. 
 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Mercato immobiliare Roma: atteso un consolidamento delle compravendite, ma valori ancora in calo

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Cerveteri si prepara al Jova Beach Party: bagni vietati e stabilimenti chiusi in anticipo. Tutte le info

Torna su
RomaToday è in caricamento