rotate-mobile
Cronaca Villaggio Falcone / Via Don Primo Mazzolari

Morte di Caterina Ciurleo, fermato un 28enne. L'anziana è stata uccisa da un proiettile vagante

L’81enne sarebbe stata ferita "per errore" durante una sparatoria tra gruppi rivali in via Don Primo Mazzolari, zona Villaggio Falcone

C’è un fermo per l’omicidio di Caterina Ciurleo, l’81enne ferita mortalmente giovedì 23 maggio da un colpo che ha raggiunto la Smart su cui viaggiava insieme a un’amica in zona Villaggio Falcone, a Roma est.

Gli operatori della polizia di Stato della squadra mobile di Roma, coordinati dalla Procura della Repubblica - Direzione distrettuale Antimafia, stanno procedendo al fermo di indiziato di delitto a carico di un 28enne italiano, gravemente indiziato di aver esploso alcuni colpi d’arma da fuoco, uno dei quali ha ucciso l’81enne. Dalla Questura, al momento, non emergono altri dettagli. 

Aggiornamento del 25 maggio: il 28enne è stato rilasciato

Come è morta Caterina Ciurleo

Ciurleo è deceduta nella mattinata di venerdì 24 maggio al policlinico di Tor Vergata dove era stata ricoverata in condizioni disperate. Sulla dinamica della sua morte sono ancora in corso le indagini della squadra mobile della polizia, coordinate dalla Dda della Capitale. Secondo quanto emerge dalle prime ricostruzioni la donna sarebbe stata colpita “per errore” durante una sparatoria tra gruppi rivali, in via Don Primo Mazzolari, che ha coinvolto due auto, una Volkswagen Golf scura e una Fiat Cinquecento rossa. Proprio da quest’ultima potrebbe essere partito il proiettile che ha ucciso Ciurleo.

Gli investigatori hanno acquisito tutte le immagini della zona, da quelle esterne al centro commerciale in via Don Primo Mazzolari alle altre che coprono il quartiere.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Caterina Ciurleo, fermato un 28enne. L'anziana è stata uccisa da un proiettile vagante

RomaToday è in caricamento