Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Camilla morta sugli sci: sequestrata la pista della Val di Susa

Il provvedimento è stato notificato alla società che gestisce gli impianti. Per la vicenda ci sono quattro indagati

Alle 17 di oggi, venerdì 4 gennaio 2018, i carabinieri della compagnia di Susa hanno sequestrato, su ordine del pm Giovanni Caspani che coordina le indagini, la pista da sci 'Imbuto' di Sauze d'Oulx dove, mercoledì 2, è morta Camilla Compagnucci, la bambina di 9 anni di Monteverde.

A riportare la notizia è TorinoToday. Il provvedimento è stato notificato alla società Sestrieres Spa, che gestisce gli impianti. Per la vicenda ci sono quattro manager della stessa indagati per omicidio colposo

Al centro dell'indagine l'uso delle barriere frangivento, contro cui è finita la piccola bambina di Monteverde. I Carabinieri piemontesi hanno sentito il racconto del padre e dell'amico che stavano sciando con la bambina. 

I 4 indagati erano già finiti in un'altra inchiesta identica per la morte di Giovanni Bonavenutura, giovane ingegnere di 31 anni morto il 20 gennaio dell'anno scorso. I due fascicoli saranno unificati in un’unica inchiesta.

L'incidente sulla neve

Giovanni Brasso, presidente della Sestrieres spa, società che gestisce gli impianti sciistici del comprensorio della Via Lattea poco dopo l'incidente spiegò: "La pista 'Imbuto' è una pista rossa. Una pista già impegnativa, per buoni sciatori. E' comunque regolarmente palinata, con i cartelli che consigliano di rallentare e con la barriera frangivento al di fuori della pista. La visibilità era buona".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camilla morta sugli sci: sequestrata la pista della Val di Susa

RomaToday è in caricamento