Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Bologna / Via Agrigento

Nomentano: è giallo sulla morte della 17enne caduta dal settimo piano

La giovane è stata trovata da un residente sul pavimento del terrazzo condominiale di via Agrigento. A causa delle gravi ferite riportate la ragazza, che era arrivata a Roma da Orvieto, è morta al Policlinico Umberto I

Non ce l'ha fatta la 17enne che nel pomeriggio di San Valentino, è stata ritrovata incosciente sul pavimento del terrazzo condominiale di un palazzo in via Agrigento tra le zone piazza Bologna e Nomentano. Un dramma che si tinge di giallo, con i contorni della tragica vicenda ancora tutti da definire.

VANI I SOCCORSI - Tutto è iniziato intorno alle 14:30 di ieri. Ad allertare i soccorsi un inquilino del palazzo di via Agrigento che, vista la ragazza "inerme e agonizzante" sul pavimento del terrazzo condominiale, ha chiamato il numero unico per le emergenze e il 118.

Sul posto è quindi giunto il personale medico che, dopo aver stabilizzato la giovane ormai in coma, l'hanno trasportata in codice rosso al Policlinico Umberto I. I medici hanno effettuato due interventi chirurgici ma i disperati tentativi sono risultati vani e, questa mattina, il cuore della minorenne ha smesso di battere

DA ORVIETO A ROMA - Ad occuparsi delle indagini sono gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Porta Pia, giunti sul luogo della tragedia pochi minuti dopo il fatto. Accanto al corpo della 17enne i poliziotti hanno recuperato un giubbotto rosso e una borsa grigia della Puma al cui interno sono stati trovati effetti personali, documenti, un abbonamento per gli autobus dell'Umbria e un biglietto del treno con provenienza Orvieto

La moldava, infatti, viveva con la famiglia a Montecchio, un comune con meno di 2mila abitanti della provincia di Terni situato al confine tra il territorio orvietano e todino.

LE INDAGINI - Resta ora da chiarire il perché del viaggio a Roma, in un giorno di scuola, e per quale motivo sia arrivata in via Agrigento e poi salita al settimo piano di un palazzo.

La scelta dell'edificio, con il quale apparentemente la moldava non avrebbe niente a che fare, potrebbe non essere stata casuale e la data di ieri, quella del 14 febbraio, fanno pensare ad una eventuale pista amorosa con fuga romantica da Orvieto a Roma.

Le indagini della Polizia si muovono a 360°. Gli investigatori hanno già ascoltato alcuni testimoni, i parenti e i residenti del palazzo. Poi analizzeranno i profili social della ragazza e di chi le era vicino. Restano aperte tutte le ipotesi, anche quella di un gesto volontario della giovane e al momento non viene esclusa nessuna pista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomentano: è giallo sulla morte della 17enne caduta dal settimo piano

RomaToday è in caricamento