Cronaca Torrevecchia / Via Mattia Battistini

Pedoni travolti in via Mattia Battistini: caccia a due giovani

La Procura di Roma procede per "omicidio volontario". L'auto usata per la fuga intestata ad una terza persona, ferito anche un agente di polizia

Prosegue a ritmo serrato la caccia ai due criminali che poco prima delle 19:50 di ieri sera hanno travolto nove persone, uccidendo una donna di 44 anni, durante un inseguimento a folle velocità fra le strade di Primavalle, Battistini e Monte Spaccato. Insieme a loro una terza ragazza, una 17enne bosniaca residente in un campo rom poco distante dal luogo della tragedia, bloccata dagli agenti di polizia con gli altri due giovani, tra i quali il conducente della Lancia Lybra, riusciti per il momento a far perdere le loro tracce.

CACCIA A DUE GIOVANI - Portata al commissariato di Primavalle ed identificata, la 17enne non avrebbe spiegato la motivazione della fuga, indicando agli investigatori,  l'identità dei due fuggitivi: due bosniaci, un 17enne ed un altro appena maggiorenne, residenti anch'essi in un campo rom poco distante dal luogo della tragedia. Delle ricerche a spron battuto con gli uomini della Squadra Mobile di Roma, che indaga sull'accaduto, che hanno passato al setaccio con l'ausilio di altri poliziotti i campi rom Casal Lombroso di via dela Monachina e quello non autorizzato di via Cesare Lombroso (zona Monte Mario) per tutta la notte, con le ricerche ancora in corso.

CONCORSO IN OMICIDIO VOLONTARIO - Fermata ed identificata nella serata di ieri la 17enne bosniaca è stata arrestata questa mattina dagli agenti di polizia. M.H., queste le sue iniziali, dovrà rispondere del reato di "concorso in omicidio volontario".

AUTO INTESTATA AD UNA TERZA PERSONA - Altro particolare che emerge dalle indagini riguarda la proprietà della Lancia Lybra usata per la fuga. L'auto è infatti intestata ad un cittadino italiano, estraneo all'inseguimento, a cui risultano intestate decine di altre vetture.

FUGA A 180 ALL'ORA - Per quanto concerne i fatti, la folle corsa della Lancia Lybra è iniziata poco dopo le 19:30 di ieri, quando l'auto, che viaggiava a velocità sostenuta zigzagando fra le vetture in marcia, non si è fermata all'alt intimatogli dagli agenti di una volante all'altezza dell'incrocio tra via dei Monti di Primavalle e via Mattia Battistini, ingaggiando poi un inseguimento con l'auto che ha sfiorato i 180 km orari.

INSEGUIMENTO IN CENTRO CITTADINO - Dei veri e propri attimi di panico con gli agenti delle volanti alle calcagna della Lybra che hanno assistito attoniti alla corsa, cercando di evitare il peggio. Passati a tutto gas diversi semafori rossi si è poi consumata la tragedia quando l'auto è letteralmente piombata su decine di persone che alle 19:50 affollavano la fermata del bus all'altezza della stazione della linea A della metropolitana.

TRAGEDIA A BATTISTINI - Un vero e proprio choc per chi ha assistio alla scena, gelato dalla visione dell'auto grigia che arrivata a folle velocità su via Battistini. Poi la tragedia, con l'auto che ha colpito sei persone, lasciando in terra in una pozza di sangue e priva di vita una donna filippina di 44 anni, Corazon Abordo Perez, morta a causa del violento impatto con la Lybra. In terra altre decine di persone con cinque feriti, fra cui tre gravi, poi accompagnati in codice rosso al Policlinico Gemelli e all'ospedale San Camillo.

PROSEGUIMENTO DELLA CORSA - Nonostante l'investimento l'auto con a bordo i tre fuggitivi non ha arrestato la sua corsa, proseguendo su via di Boccea con gli agenti che li tallonavano. All'incrocio con via Torrevecchia l'auto ha poi girato su via di Cornelia imboccando ad oltre 150 all'ora via di Monte Spaccato. Qui la folle corsa si è interrotta dopo che l'auto ha investito una terza persona ed uno scoooter con a bordo due ragazze. Impossibilitata a marciare i tre passeggeri dell'auto hanno poi proseguito la loro corsa a piedi riuscendo a dileguarsi. Fermata invece la ragazza del gruppo, poi interrogata al commissariato Primavalle.

OMICIDIO VOLONTARIO - Un tragico bollettino che conta alla fine nove persone investite, con una donna uccisa sul colpo. L'ipotesi di reato sulla quale lavora la Procura di Roma è quella di "Omicidio volontario". Contuso anche un agente di polizia, rimasto ferito ad una gamba nel corso dell'inseguimento a piedi dei due fuggitivi. I due sono attivamente ricercati dalla polizia.

Investimento mortale Metro Battistini-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedoni travolti in via Mattia Battistini: caccia a due giovani

RomaToday è in caricamento