Cronaca Primavalle

Spaccio di cocaina sotto casa, arrestato trentenne: "Con la crisi da coronavirus non trovo lavoro"

Il giovane è stato sorpreso dai carabinieri nei pressi della sua abitazione, a Montespaccato, mentre incontrava un cliente

Dosi di cocaina in casa pronte per essere vendute, e gettate dalla finestra dalla moglie all’arrivo dei carabinieri. È successo giovedì  a Primavalle. A finire in manette un giovane di trent’anni sorpreso dai carabinieri mentre incontrava nei pressi del portone di una casa quello che si è rivelato essere un cliente.

I militari sono quindi intervenuti per bloccare lo scambio, hanno identificato i due e chiesto al trentenne di salire a casa. L’uomo ha quindi citofonato alla moglie, che nel frattempo è stata vista lanciare qualcosa dalla finestra.

I carabinieri hanno notato la scena e intercettato l’involucro, procedendo poi con la perquisizione dell’appartamento, dove hanno trovato 24 dosi di cocaina. Il trentenne è stato quindi arrestato e portato in tribunale per la direttissima: davanti al giudice ha ammesso di tenere la droga in casa, spiegando anche di non avere un lavoro fisso ma di lavorare saltuariamente a causa del momento difficile causato dalla pandemia di coronavirus.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di cocaina sotto casa, arrestato trentenne: "Con la crisi da coronavirus non trovo lavoro"

RomaToday è in caricamento