Minorenne narcotizzato con la droga dello stupro durante una sagra. "Era solo un gioco"

Denunciato un 22enne, suo amico. Dopo le cure del caso, la giovane vittima sta bene e la sua condizione non desta preoccupazione

Durante la sagra di paese di Manziana, ha versato benzodiazepine (anche nota come "droga dello stupro") in un boccale di birra e lo ha offerto ad un ignaro amico minorenne. Per questo futile e pericoloso scherzo, i carabinieri hanno denunciato alla Procura della Republica un 22enne, responsabile del reato di "stato di incapacità procurato mediante somministrazione di stupefacenti".

Durante la serata di festa e grazie alla segnalazione di alcuni giovani, i carabinieri sono intervenuti insieme al personale medico, per soccorrere un minorenne che versava in un pesante stato di incoscienza. Tuttavia, insospettiti dagli strani effetti di quella che sembrava una "sbornia", i militari hanno voluto approfondire le cause dell'episodio e dopo minuziosi accertamenti, sono riusciti a far emergere le azioni del 22enne.

Al termine del successivo controllo personale, lo stesso ha consegnato spontaneamente il flacone di benzodiazepine ed ha ammesso le proprie responsabilità, giustificando di aver voluto fare solo un "semplice scherzo" all'amico. Dopo le cure del caso, la giovane vittima sta bene e la sua condizione non desta preoccupazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento