menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Aspetta l’ex nel cortile di casa e la minaccia con un coltello: “Ti taglio la gola”

La donna ha poi denunciato che le violenze andavano avanti da diversi anni

E’ andata a fare la spesa ma quando è tornata a casa ha trovato nel giardino il suo incubo, l’ex compagno, che ha tirato fuori un coltello e l’ha minacciata “Ti taglio la gola”. Succede a Prati dove sono stati gli agenti delle Volanti a mettere fine alle violenze dell’uomo arrestando un 53enne romano sorpreso con un coltello nel cortile esterno dell’abitazione dell’ex compagna. 

La donna, in stato di agitazione, ha riferito di essere uscita per delle commissioni e di essere stata avvicinata dal suo ex compagno che ha tirato fuori un coltello minacciando di tagliarle la gola. Riuscita a scappare e a nascondersi, la donna ha quindi chiamato il 112. La vittima ha quindi riferito che da circa 2 anni, dopo la separazione, l’uomo aveva iniziato a seguirla e perseguitarla e di aver già sporto varie denunce. L’uomo, bloccato dagli agenti, è stato arrestato.

Lite in casa della suocera 

Sempre in zona Prati, è stata sempre una segnalazione al 112 da parte di una suocera a permettere l’immediato soccorso ad una donna. La stessa era stata costretta rifugiarsi all’interno della camera della figlia a causa della furia del compagno che aveva iniziato a scaraventare oggetti al muro e sul pavimento a seguito di una lite nata per un motivo banale, come la donna ha poi raccontato agli agenti.

Al loro arrivo gli agenti del commissariato Prati, diretto da Filiberto Mastrapasqua, oltre alle grida della donna, provenienti dall’appartamento, una volta entrati in casa hanno trovato pezzi di vetro in terra, portafotografie distrutti e vari oggetti di ceramica fatti a pezzi.

Sinceratisi della condizione di salute della 53enne e della figlia, gli agenti hanno ascoltato la vittima scoprendo che l’uomo non era nuovo a certi atteggiamenti e che proprio per questo la compagna aveva interrotto tempo addietro la loro convivenza,  riprendendola poco dopo. Insieme alla vita comune tuttavia erano riprese anche le violenze.

Fino a giovedì, quando i poliziotti lo hanno arrestato per maltrattamenti. Inoltre è stato disposto, a suo carico, il divieto di avvicinamento alla ex compagna e l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico per monitorarne gli spostamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento