Cronaca Via Nazionale

Ruba in un furgone Acea, scoperto minaccia operai con una sbarra di ferro

L'aggressione in via Nazionale. L'uomo, un 38enne, è stato poi arrestato dalla Polizia Locale di Roma Capitale

Prima il furto nel furgone Acea, poi le minacce agli operai che lo avevano scoperto con una spranga di ferro. A bloccare l'uomo gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale. I fatti nel pomeriggio di martedì 27 marzo quando un cittadino algerino, dopo aver rubato un tablet ed un telefonino ad un tecnico ACEA, ha provato ad aggredirlo con una spranga di metallo. 

Il ladro, un 38enne, è stato bloccato in via Nazionale, all'altezza di via Agostino Depretis, un attimo prima che riuscisse a colpire l'addetto: aveva appena sottratto un cellulare ed un palmare da un furgone di una squadra di operai, che stava svolgendo alcuni lavori di manutenzione stradale.

Gli agenti del I Gruppo Centro "ex Trevi" hanno condotto l'uomo in via della Greca: a suo carico numerosi precedenti per rapina, violenza, resistenza e spaccio. Questa mattina il rito direttissimo presso il Tribunale di Piazzale Clodio, al termine del quale è stato condannato a 3 anni di carcere, da scontare presso la casa circondariale di Rebibbia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba in un furgone Acea, scoperto minaccia operai con una sbarra di ferro

RomaToday è in caricamento