Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Ubriaco prende a pugni la sorella, poi la minaccia con un machete

L’intervento dei carabinieri in un appartamento alle porte di Roma

Il machete sequestrato dai carabinieri a Labico

Prima i pugni poi le minacce con un grosso machete. Succede a Labico, Comune alle porte di Roma, dove un romano di 58 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, dopo aver alzato un po’ troppo il gomito, nel corso di una discussione con la sorella convivente di 61 anni, l’ha violentemente aggredita, dapprima colpendola al volto, procurandole lesioni giudicate guaribili in 7 giorni, poi minacciandola con un grosso machete. 

La segnalazione al 112 ha fatto scattare l’intervento dei Carabinieri della Stazione di Labico: dopo aver disarmato l’uomo e sequestrato l’arma, i militari hanno appurato come il 58enne avesse, nel tempo, generato nella sorella un perdurante stato d’ansia e di paura, alimentato da continue provocazioni, insulti, minacce e aggressioni. Un atteggiamento che l’ha costretta a modificare radicalmente il proprio stile di vita. 

L’uomo è stato arrestato e trasferito nel carcere di Rieti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco prende a pugni la sorella, poi la minaccia con un machete

RomaToday è in caricamento