rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca

"La prossima volta ti ammazzo": minaccia il padre via whatsapp, arrestato

Prima la lite, poi le minacce. Il 30enne arrestato per detenzione ai fini di spaccio

Nella mattinata di ieri, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Vergata, con il supporto dei colleghi della Compagnia Roma Casilina, sono intervenuti in un’abitazione della periferia Est della Capitale, dove era stata segnalata un’animata lite in famiglia.

Arrivati sul posto, i militari hanno identificato una delle parti in causa, un pensionato romano di 70 anni con precedenti, il quale ha ammesso di aver avuto, poco prima, una discussione con il figlio 30enne, anche lui con precedenti, ma che lo stesso si era già allontanato. Proprio quando il pensionato stava parlando con i Carabinieri, sul suo cellulare è arrivato un messaggio da parte del figlio: “la prossima volta ti ammazzo!” accompagnato da una foto in cui il 30enne impugnava una pistola.

Immediati sono scattati gli accertamenti che hanno portato i Carabinieri in un’abitazione di Cinecittà est, dove l’uomo è stato individuato: i militari hanno fatto scattare una perquisizione, nel corso della quale è stata rinvenuta la pistola – risultata essere un’arma giocattolo priva di tappo rosso – e 5 involucri contenenti, complessivamente, 210 grammi di marijuana.

Tutto il materiale è stato sequestrato mentre il 30enne, arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La prossima volta ti ammazzo": minaccia il padre via whatsapp, arrestato

RomaToday è in caricamento