Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Minacce e furti nel minimarket: così una banda teneva sotto scacco una connazionale

Le tre donne avevano preso di mira una connazionale che ha trovato il coraggio di denunciare i furti

Prima le minacce poi i furti nel negozio che aveva appena aperto. Vittima una romena di 33 anni che da alcuni mesi aveva acquistato in zona circonvallazione Nomentana un minimarket. 

Il suo incubo è però finito quando le sue aguzzine, tre romene di 24, 25 e 28 anni, sono state arrestate dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma con l'accusa di tentata estorsione aggravata in concorso, ai danni di una connazionale, proprietaria di un esercizio commerciale.

La vittima sin da quando aveva aperto il suo nuovo negozio era stata bersaglio da parte delle 3 connazionali di ripetute minace e furti di merce che non aveva però mai denunciato.

Stufa delle continue vessazioni, la scorsa sera, quando si sono presentate nuovamente nel negozio, ha trovato il coraggio di chiamare il 112. In pochi minuti i militari hanno raggiunto l'indirizzo dell'esercizio commerciale e le hanno bloccate. Successivamente in caserma, in sede di denuncia, la vittima ha raccontato ai militari quello che aveva subito anche nei mesi scorsi. Le 3 donne dopo l’arresto sono state trattenute in caserma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce e furti nel minimarket: così una banda teneva sotto scacco una connazionale

RomaToday è in caricamento