Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Esquilino / Piazza Vittorio Emanuele II

Giardini piazza Vittorio: in cerca del 'rivale' con un bottiglia rotta in mano, fermato

Il 19enne ha poi aggredito gli agenti. E' stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Il fermo nell'ambito dei controlli effettuati all'Esquilino da poliziotti e finanzieri

Lo hanno notato mentre si aggirava all’interno dei giardini di piazza Vittorio con in mano un collo di bottiglia mentre stava cercando un suo connazionale con cui aveva litigato poco prima. Gli agenti hanno fermato il 19enne tentando di convincerlo a buttare il pezzo di vetro, ma questo si è rifiutato. Dopo una breve colluttazione il giovane è stato bloccato e disarmato. Accompagnato negli uffici del commissariato Esquilino per gli ulteriori accertamenti, per il 19enne, un senza fissa dimora originario del Mali, sono scattate le manette per resistenza a pubblico ufficiale.

CONTROLLI ALL'ESQUILINO - Il fermo è arrivato nell'ambito dei controlli della polizia di Stato in piazza Vittorio, via Giolitti e l'area dell'Esquilino, unitamente agli agenti del reparto volanti, prevenzione crimine, reparto mobile e unità cinofile antidroga del gruppo pronto impiego della Guardia di Finanza. Sempre durante i controlli è stato denunciato in stato di libertà  un cittadino di origine bengalese, perché inosservante all’ordine del questore di allontanarsi dal territorio nazionale.  

MARIJUANA NEL BALLATOIO - In via Giolitti, nel cosiddetto ballatoio, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato in un buco un pacchetto contenente 9 dosi di marijuana pronte per lo smercio. Controllati numerosi esercizi commerciali  e strutture ricettive della zona, sono state trovate varie irregolarità e sospese tre licenze. Le sanzioni hanno interessato un affittacamere e un minimarket di via Principe Amedeo, e un B&B di via Cappellini. 

Esquilino polizia e gdf 1-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardini piazza Vittorio: in cerca del 'rivale' con un bottiglia rotta in mano, fermato

RomaToday è in caricamento