Cronaca

Nuova offensiva di Micaela Quintavalle contro Atac: ricorso contro la sospensione

La 'pasionaria' era stata sospesa dall'azienda capitolina per aver partecipato a Porta a Porta con la divisa da lavoro. Lei si difende: "Sono stata invitata perché studentessa"

Sospesa per dieci giorni dal servizio per aver partecipato a Porta a Porta con la divisa, Micaela Qintavalle si difende e fa ricorso all’Atac. Come si legge in un ‘Ricorso al consiglio di disciplina’ pubblicato dalla 33enne studentessa di medicina sulla sua pagina Facebook Quintavalle si è difesa così: “Il dottor Bruno Vespa nella trasmissione Porta a Porta del 2 dicembre 2013 nel presentarmi ai telespettatori, testualmente dice ‘noi l’abbiamo invitata perché venerdì lei è stata invitata dal rettore della Sapienza, di cui ci stiamo occupando stasera, a parlare a nome degli studenti all’inaugurazione dell’anno accademico”.

Studentessa e non dipendente Atac. In questa veste, secondo la Quintavalle, è stata invitata nella trasmissione. Ma allora perché la divisa di Atac che la rende tanto riconoscibile al pubblico come autista del servizio pubblico? “Il mio indossare la divisa Atac deriva unicamente dalla mancanza di spogliatoi in azienda. La indosso praticamente tutto il giorno (ogni giorno) fiera di indossarla. Anche in presenza di una prova documentale dove risulti che io abbia ricevuto il codice etico, di cui mi servo il diritto di avere prova, si è arrivati all’assurdo per cui norme e direttive emanate unilateralmente dall’Atac sconfessano e travalicano la legge dello Stato”.

Per Micaela Quintavalle infatti la sospensione di Atac è contraria alla costituzione italiana “per la quale ognuno di noi ha il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero, nel rispetto del codice penale e del codice civile senza per questo offendere, o disprezzare, qualcosa o qualcuno”. Per tutti questi motivi, la pasionaria delle proteste Atac ritiene di non aver violato l’articolo 42, come invece imputato da Atac.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova offensiva di Micaela Quintavalle contro Atac: ricorso contro la sospensione

RomaToday è in caricamento