Cronaca Africano

Metro B1 tra disagi, critiche e approvazioni dei cittadini

Le testimonianze dei cittadini della zona intorno a viale Libia mescolano forti critiche alla gestione dei lavori e l'auspicio di un vero miglioramento

Finalmente domenica scorsa c'è stato il primo collaudo della metro B1, siamo ad un passo dalla inaugurazione ma in questi anni qualche romano, in particolare i residenti vicini alle nuove stazioni, hanno sofferto più degli altri, come ad esempio quelli di viale libia.
In questa zona, tra strade chiuse e vetrine dei negozi oscurate dai cantieri-metro, i residenti non risparmiano critiche alla gestione dei lavori. Da qualche mese a questa parte la situazione sembra però migliorata dopo il ritiro dei bandoni utilizzati per la costruzione della nuova linea B1.

"Ci sono stati forti disagi a causa dei lavori, ad esempio il passaggio che collegava Ponte delle Valli a Viale Libia ha subìto un ritardo di due anni per essere riaperto"-dice un commerciante- "e i bandoni, che adesso per fortuna sono stati rimossi, hanno oscurato per tanto tempo molti esercizi e durante questi anni di lavori ho visto chiudere venti negozi. Non so di chi sia la colpa di questi gravi disagi ma verso alcuni negozianti sarebbe stato dovuto un sostentamento da parte delle istituzioni". Segue a ruota il commento di un altro commerciante: " In 6-7 anni di lavori sono stati forti i problemi relativi ai parcheggi, questa zona è cambiata e invecchiata, comunque la metro, una volta aperta, collegherà meglio la città".

Una ragazza, lavoratrice nella zona, dice: "La zona è poco vivibile, l'unico mezzo per muoversi da altre parti della città è lo scooter visto che con la macchina è molto difficile parcheggiare. La palazzina dove lavoro è rimasta più di una volta al buio per colpa dei lavori ma nessuno è venuto a interessarsi del problema".                                                                                                                                       

Una signora è fortemente critica verso le modalità di appalto dei lavori. "Per 7 km di metro gli affari sono andati troppo per le lunghe e la nuova metro costituirà principalmente un problema anche perchè andrà ad influire molto in negativo sulle zone "verdi" della città".

Sulla stessa lunghezza d'onda un'edicolante:"Forse non c'era bisogno della metro visto che i lavori sono stati lunghi e ancora devono finire, tra l'altro in una zona già ben servita dai bus". Per una giovane studentessa invece son tutte rose e fiori : "L'apertura della metro porterà solo miglioramenti e cmq non ci sono stati grossi disagi per i lavori di costruzione".

In ultimo, il commento di un altro commerciante che dice :"Alcuni negozi sono stati economicamente "uccisi" da questi lavori,in particolare perchè qui è diventato impossibile sostare. Comunque questi problemi riguardano anche altre zone di Roma e la nuova metro porterà un miglioramento, almeno bisogna sperarlo".

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro B1 tra disagi, critiche e approvazioni dei cittadini

RomaToday è in caricamento