menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Metro B, si getta sotto il treno: così è morto il 62enne di Garbatella. Tratta riaperta all'alba

Solo sabato il padre 91enne aveva presentato l'ennesima denuncia di scomparsa, salvo ritrovarselo nuovamente in casa

Era molto conosciuto nel quartiere della Garbatella l'uomo di 62enne che, proprio all'omonima stazione della Metro B, si è tolto la vita lanciandosi contro un treno in corsa che viaggiava in direzione Rebibbia. L'uomo, seguito da una struttura sanitaria, solamente sabato scorso era scomparso da casa. 

Il padre 91enne ne aveva denunciato la scomparsa ma nella serata di domenica il figlio era già tornato. Non era la prima volta che il 62enne uscisse facendo perdere le proprie tracce, assicurano gli inquirenti. Lunedì un altro episodio. Sembrava l'ennesimo del genere ma alle 16:30 circa la tragedia si è poi materializzata. 

Il corpo dell'uomo è rimasto incastrato per ore sotto il convoglio della Metro B. Atac, per permettere le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco e del magistrato di turno, ha dovuto interrompere la tratta. Un stop durato fino alla mattinata di oggi. Già perché, come da programma, alle 21 di ogni sera infrasettimanale la linea B viene chiusa per i lavori del nodo di scambio con la Metro C.

Con i treni bloccati, in molti sono stati obbligati a optare per le navette bus sostitutive con resse fuori i mezzi pubblici messi a disposizione di Atac. Lunghe le file fuori dalle stazioni Magliana, Castro Pretorio e Termini dove carabinieri e polizia sono al lavoro per garantire l'ordine. La Metro B è tornata di nuovo attiva alle 5 di oggi, martedì 29 ottobre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento