rotate-mobile
Cronaca

Maltempo e nubifragi sulla Capitale, meteo in generale miglioramento

Sia il temporale di venerdì sera che quello di sabato mattina sono stati causati da un debole ingresso di aria fredda proveniente da Nord

Tutti voi avranno certamente notato la brusca interruzione del bel tempo degli ultimi giorni, a causa della formazione di temporali violenti che hanno bersagliato la Capitale a più riprese. La situazione di stabilità atmosferica a Roma, fatta eccezione per qualche debole pioggia, si protraeva ormai dalla fine del mese di Aprile, ma venerdì sera è arrivato il maltempo. Erano attese piogge, ma non di quella intensità: poche ore prima l’afa regnava sovrana ed il cielo era sereno su gran parte dell’Italia, ad esclusione di alcune zone del Nord Italia che erano giò sotto grandine e nubifragi. 

Sia il temporale di venerdì  sera che quello di ieri mattina sono stati causati da un debole ingresso di aria fredda proveniente da Nord, aria che ha scalzato con grande rapidità la vasta massa calda ed umida presente da settimane sulla città a causa dei numerosi anticicloni. L’aria fredda giunta da Nord ha causato il sollevamento dell’aria calda e umida, causando la genesi di temporali violenti e repentini.

Preceduto da una spettacolare tempesta di fulmini, venerdì sera la città è stata interamente colpita da quello che si chiama “temporale autorigenerante stazionario”, ovvero un temporale che, dopo essersi formato, continua a stazionare sulle stesse zone rigenerandosi per ore, ecco perché è caduta così tanta pioggia su alcuni quadranti della città; la presenza di una scarsa ventilazione a tutte le quote ha causato la stazionarietà del temporale. 

Le zone occidentali e meridionali sono state quelle maggiormente interessate, come dimostrano i  100 millimetri registrati a Pineta Sacchetti e i 97 mm di Balduina. Immancabili disagi ed allagamenti, anche perché quantitativi di pioggia del genere sono molto rari per Roma (considerando che sono stati registrati in pochissime ore, e che 100 millimetri è la media della pioggia che cade a Giugno, Luglio, Agosto e parte di Settembre a Roma), tuttavia il caldo e l’umidità hanno limitato i disagi, e la tanta acqua è evaporata in breve tempo. 

Ieri mattina nuovi temporali e grandine: meno intenso di quello dell’altra sera, i fenomeni temporaleschi stavolta hanno privilegiato i quadranti meridionali ed orientali, con accumuli fino a 50 millimetri nella zona dell’Eur, con grandine attorno al centimetro di diametro a più riprese. Nuovi disagi e nuovi allagamenti, ma fortunatamente i disagi sono stati abbastanza contenuti. Come possiamo vedere dall’immagine, scattata ieri mattina a Ostia da Alla Holovata, è stata segnalata anche una tromba marina poco a largo delle nostre coste. 

Quale tendenza per i prossimi giorni? L’aria fresca presente in quota, che ha provocato la formazione di questi temporali, ha abbassato le temperature massime di circa 4/5 gradi, ma già da domani le temperature torneranno a salire sopra la media stagionale. Al momento non si intravedono possibilità di perturbazioni organizzate provenienti da Ovest, mentre da Martedì non si esclude qualche temporale pomeridiano sulle zone interne in spostamento su alcune zone della città, da confermare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo e nubifragi sulla Capitale, meteo in generale miglioramento

RomaToday è in caricamento