rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Fiumicino

Dalla chat al campo di battaglia, in 60 si danno appuntamento per una maxi rissa

Le violenze sventate dai carabinieri che hanno identificato 36 giovani, quasi tutti minorenni

Dalla chat di WhatsApp al campo di battaglia. Così una sessantina di minorenni si sono dati appuntamento per una maxi rissa in un'area isolata in provincia di Roma. A promettersele due comitive, una composta da giovani residenti fra Fiumicino ed Aranova e l'altra composta da ragazzi provenienti da Fregene e dalla zona del Quartaccio, a Roma. A sventare lo scontro i carabinieri della Compagnia di Civitavecchia intervenuti in una zona isolata in località Aranova dove due gruppi di giovani stavano per affrontarsi e dare corso alla maxi rissa.

In particolare, nel pomeriggio di venerdì sono pervenute alcune segnalazioni al Comando della Stazione Carabinieri di Torrimpietra, dove veniva segnalata la presenza di numerosi giovani che si stavano insolitamente radunando in un’area isolata. A quel punto i Militari della locale Stazione si sono portati nel luogo indicato, dove effettivamente veniva accertata la presenza di due gruppi formati da numerosi giovani contrapposti. 

Immediatamente i Carabinieri hanno richiesto l’intervento di tutte le pattuglie presenti sul territorio dell’intera Compagnia e, nel giro di pochissimo tempo sono sopraggiunte oltre 10 equipaggi, nonché militari di rinforzo in ausilio dalla confinante Compagnia Carabinieri di Roma Cassia.

Appena i Carabinieri sono arrivati si è sviluppato un fuggi-fuggi generale tra gli oltre 60 giovani presenti, tra i quali anche diverse ragazze. Infatti alla luce dei lampeggianti i ragazzi si sono dati alla fuga inoltrandosi nella boscaglia per evitare il controllo. Infine, i Carabinieri sono riusciti a individuare 36 individui appartenenti ai due gruppi, dei quali 34 minorenni e 2 maggiorenni.

I successivi accertamenti hanno permesso di ricostruire la dinamica dell’evento e che le due opposte fazioni, di cui una del luogo e l’altra composta da giovani di Fregene e del Quartaccio, si erano radunate fissando l’appuntamento attraverso l’utilizzo dell’applicazione Whatsapp, a seguito di uno screzio di natura sentimentale occorso inizialmente tra due giovani.

L’intervento dei Carabinieri ha scongiurato il peggio evitando il confronto tra le due fazioni. Da segnalare infatti che non sono stati registrati feriti in ordine all’accaduto e non sono stati segnalati danneggiamenti nella zona. Di rilevante importanza sono le segnalazioni provenienti da parte dei cittadini che da sempre costituiscono una maglia fondamentale dell’attività informativa dell’Arma dei Carabinieri.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla chat al campo di battaglia, in 60 si danno appuntamento per una maxi rissa

RomaToday è in caricamento