Cronaca

Maestro accusato di abusi su un alunno assolto dopo cinque anni

Il docente era stato accusato di aver molestato in più occasione un suo alunno durante le ore di ricreazione. La difesa: "Giustizia è stata fatta"

Si è concluso dopo cinque anni con una piena assoluzione il processo a carico di Massimo Russo, il maestro della scuola elementare “Alberto Manzi” accusato di presunti abusi sessuali ai danni di un ragazzino di dieci anni. Per la sesta sezione penale del tribunale di Roma, presieduta da Luciano Pugliese, “il fatto non sussiste”.

Gli accertamenti sugli atti che sarebbero avvenuti tra il settembre 2006 e il febbraio 2007 presero spunto dalla denuncia presentata dei genitori del ragazzo, il quale raccontò che in sei, sette occasioni il maestro lo avrebbe pesantemente molestato durante la ricreazione. Russo, accusato di violenza sessuale continuata e aggravata, si è sempre dichiarato innocente, sostenendo che i genitori del bambino avessero travisato le confidenze ricevute dal figlio.

“Dopo circa cinque anni la verità è emersa in modo chiaro - ha commentato il difensore di Russo, l'avvocato Michele Gentiloni Silveri - Possiamo serenamente affermare che giustizia è fatta". (Fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maestro accusato di abusi su un alunno assolto dopo cinque anni

RomaToday è in caricamento