rotate-mobile
Cronaca Prati

Giallo all'autosalone: De Antonis è uscito dal coma

Dalla sua testimonianza ora sarà possibile risalire al nome del killer che ha ucciso suo nipote Massimiliano Patis. Il 42enne si trova ora nel reparto neurochirurgia del policlinico Gemelli, protetto da un agente

E'uscito dal coma Alessandro De Antonis, il 42enne titolare dell'autosalone A&M, ferito gravemente nell'agguato dello scorso 22 dicembre in cui è rimasto ucciso suo nipote, nonché suo socio, Alessandro Patis.

L'uomo è stato trasferito nel reparto di neurochirurgia dell'ospedale Gemelli. Fuori dalla porta, a piantonarlo, c'è un agente. Sarà ora la sua confessione a risolvere le indagini che finora hanno prodotto solo un identikit, quello della persona che ha pranzato con i due soci.

L'uomo, che stante alle testimonianze della titolare del forno dove hanno pranzato i tre potrebbe chiamarsi Massimo, ha fatto perdere le sue tracce. La Polizia non l'ha inserito tra gli indagati, ma il fatto che non si sia fatto vivo ha destato comunque sospetti.

Dai rilievi effettuati sul luogo del delitto si è potuto verificare che il killer ha simulato una rapina per nascondere probabilmente il vero motivo dell'agguato. Movente che non è stato al momento ancora trovato.

L'ipotesi più plausibile rimane al momento quella economica, anche se a carico dell'autosalone non figurano particolari debiti.

Insomma il risveglio di Alessandro De Antonis giunge quanto mai opportuno per risolvere il giallo.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo all'autosalone: De Antonis è uscito dal coma

RomaToday è in caricamento