Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Torre Angela / Via Amico Aspertini

Agguato a Tor Bella Monaca: un anno fa Cogliano fu vittima di un tentato omicidio

Massimiliano Cogliano, il pugile vittima dell'agguato di via Aspertini, un anno fa si vide puntare contro una pistola davanti ad una discoteca dell'Eur dove lavorava come buttafuori

Si chiama Massimiliano Cogliano ed è un pugile la vittima dell'agguato di questa mattina a Tor Bella Monaca. Contro il 31enne, a bordo del Suv con la sua fidanzata, sono stati esplosi, secondo quanto riferito dai carabinieri, almeno 9 colpi. Un paio l'hanno ferito al collo e all'addome, provocandogli ferite assai gravi. Le sue condizioni vengono definite dai medici del Policlinico di Tor Vergata gravissime.

LA DINAMICA - Secondo quanto accertato, Cogliano ha tentato di scappare. Dopo essere stato raggiunto dai primi colpi, il pugile è sceso dall'auto, ma gli aggressori hanno continuato a sparare per ucciderlo. I carabinieri stanno ascoltando alcune persone che potrebbero essere coinvolte nell'agguato.

LA VITTIMA - Cogliano era già stato vittima di un tentativo di omicidio, esattamente un anno fa e quasi alla stessa ora. Il primo novembre del 2010, davanti a una discoteca del quartiere Eur dove Cogliano lavorava come buttafuori, un giovane di 27 anni aveva tentato di ucciderlo puntandogli un pistola calibro 9 al petto e premendo il grilletto; l'arma però si era inceppata.


A quel punto Cogliano, pugile peso massimo, aveva reagito con calci e pugni contro l'aggressore, mandandolo in ospedale. Il tutto per un diverbio davanti al locale dopo che Cogliano aveva tentato di sedare una rissa. Il giovane armato, ricoverato in gravi condizioni, era stato poi arrestato dai carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato a Tor Bella Monaca: un anno fa Cogliano fu vittima di un tentato omicidio

RomaToday è in caricamento