Cronaca Casal Bruciato

Il business delle mascherine: vendute a prezzo maggiorato all’interno del minimarket

La scoperta dei carabinieri in un esercizio commerciale in zona Casal Bruciato

Immagine di repertorio

Il business delle mascherine vendute a prezzi maggiorati non si ferma. L’ultima manovra speculativa ai tempi dell’emergenza Coronavirus è stata scoperta nella mattinata di martedì, nel corso dei quotidiani controlli del territorio, dai Carabinieri della Stazione Roma Casal Bertone  con i militari dell'Arma che hanno denunciato due persone, titolari di un’attività commerciale, in zona Casal Bruciato.

I Carabinieri hanno controllato un minimarket gestito da due cittadini del Bangladesh di 33 e 27 anni ed anno accertato che all’interno della loro attività, erano in vendita mascherine facciali prive di marchio “CE “e quindi ritenute pericolose per la salute delle persone ad un prezzo maggiorato.

Successivamente, i militari hanno sequestrato una confezione contenente 54 mascherine prive di indicazioni circa il lotto di produzione e anno di fabbricazione.

Per i due gestori è scattata la denuncia in stato di libertà, per immissione sul mercato di prodotti non conformi e manovre speculative su merci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il business delle mascherine: vendute a prezzo maggiorato all’interno del minimarket

RomaToday è in caricamento