menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La marijuana rivenuta dai carabinieri a Casape

La marijuana rivenuta dai carabinieri a Casape

Casape: piantagione di marijuana in una casa abbandonata del Centro Storico

Nei guai due giovani di 17 e 24 anni. Sequestrati dai carabinieri cinquecento grammi di sostanza stupefacente

Avevano scelto come dimora per le loro piante un'abitazione abbandonata nel centro storico di Capena, piccolo paese in provincia di Roma. Un'idea che non è servita ad evitare i controlli dei carabinieri della Compagnia di Tivoli finalizzati alla prevenzione ed alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti.

COLTIVAZIONE DI MARIJUANA - A finire nella rete dell'Arma, questa volta, sono stati due giovani incensurati del paese dei Monti Prenestini, un 24enne ed un 17enne. I due, presso un’abitazione abbandonata del centro storico, avevano realizzato un rudimentale ma funzionale laboratorio per la coltivazione, l’essicamento ed il confezionamento in dosi della Cannabis Indica.

DUE GIOVANI - I Carabinieri della Stazione di San Gregorio da Sassola, dopo giorni di indagini e pedinamenti, hanno individuato il laboratorio è scattato il blitz che ha portato all’arresto in flagranza del maggiorenne ed alla denuncia in stato di libertà del minore (successivamente riaffidato ai genitori).

500 GRAMMI DI MARIJUANA - Al termine delle operazioni i Carabinieri hanno sequestrato diverse piante di marijuana trovate in una vera e propria serra munita di impianto temporizzato di riscaldamento, d’illuminazione e di irrigazione a goccia, nonché 500 grammi di 'erba' già essiccata e pronta per il confezionamento e l’immissione sul mercato dello spaccio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento