menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La marijuana sequestrata a Tor Lupara

La marijuana sequestrata a Tor Lupara

Piante di marijuana in cantina e nella roulotte in giardino: sequestrati 6,5 chili

La sostanza stupefacente trovata dai carabinieri in tre diverse operazioni a Tor Lupara, Cave e San Cesareo. Sei le persone arrestate

Sei chili e mezzo di marijuana. Questo il bilancio della sostanza stupefacente sequestrata dai carabinieri in quattro distinte operazioni a Tor LuparaCave e San Cesareo. Nel primo caso i carabinieri della Stazione di Mentanta hanno arrestato un 38enne di Fonte Nuova con l’accusa di detenzione e coltivazione di sostanza stupefacente. Nell’ambito di mirati servizi di contrasto alla spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, che hanno portato dall’inizio dell’anno a numerosi sequestri ed arresti nella giurisdizione di competenza, i militari hanno individuato, all’interno della cantina di un insospettabile villino della frazione di Tor Lupara, 83 piante di canapa indiana, di altezza media di oltre un metro, in fase di essiccazione, che una volta lavorate avrebbe prodotto oltre 5 chili di marijuana. L’uomo, arrestato, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione di Mentana, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli.

MARIJUANA NEL FRIGORIFERO - Nel secondo casi sono invece stati i carabinieri della Compagnia di Palestrina a concludere tre operazioni tese al contrasto dello spaccio di stupefacenti nel territorio di competenza, arrestando complessivamente 5 persone e sequestrando marijuana e hashish per un peso complessivo di circa 1,5 chili. In particolare, a Cave, i militari della locale Stazione, a seguito di diverse segnalazioni, hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di una insospettabile coppia della zona, trovando e sequestrando circa 1 chilo di marijuana già essiccata e nascosta all’interno di una roulotte del giardino di casa, nonché altri 50 grammi contenuti in un barattolo di vetro nascosto nella camera da letto e materiale vario per il confezionamento di dosi. 

GIOVANI PUSHER A SAN CESAREO - A San Cesareo invece, i militari della locale Stazione hanno tratto in arresto due giovani ragazzi, già censiti in banca dati, perché a seguito di perquisizione domiciliare presso l’abitazione di uno di loro, gli stessi sono stati trovati in possesso di 20 grammi circa di hashish e oltre 100 grammi di marijuana, nonché di materiale vario per il confezionamento  di dosi. In particolare i due, al momento dell’intervento dei militari, hanno gettato gli involucri da una finestra dell’abitazione ma un carabiniere appostato si è accorto del gesto e ha recuperato la droga. 

MARIJUANA NEL GIARDINO - Sempre a San Cesareo, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, durante un normale servizio di perlustrazione, hanno sentito un forte odore di marijuana proveniente dal giardino di  un’abitazione: si sono quindi soffermati e procedendo alla perquisizione domiciliare della stessa, hanno scoperto una piccola serra con 3 piante alte circa 2 meri l’una; estendendo la perquisizione anche alla residenza romana del soggetto fermato, un 36enne, hanno rinvenuto dei contenitori in legno e in vetro con altri 200 grammi circa di marijuana e hashish. I 5 pusher sono stati sottoposti al rito direttissimo, nelle aule del Tribunale di Tivoli, che ha convalidato l’arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento