menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manuel Bortuzzo, il messaggio audio dall'ospedale: "Tornerò più forte di prima"

Manuel Bortuzzo, il nuotatore ferito e rimasto paralizzato, parla per la prima volta dopo la sparatoria di sabato sera all'Axa e lo fa con un messaggio audio

Manuel Bortuzzo, rimasto paralizzato dopo essere stato colpito da un proiettile dopo la sparatoria di sabato sera all'Axa, parla per la prima volta con un messaggio audio dall'ospedale San Camilo di Roma

"Come potete sentire sto bene. Non mi aspettavo tutto questo, mi avete fatto emozionare. Come potete sentire dalla voce sto bene, non mi aspettavo tutto questo calore da parte vostra, veramente mi avete fatto emozionare tutti, se potessi vi abbraccerei uno a uno, tutti quanti, io adesso vado avanti per la mia strada e vedrete che torno più forte di prima, a presto ragazzi, tutti quanti, grazie, un abbraccio".

Il ragazzo, quasi sorride, da vero campione. A registrare il messaggio è stato il presidente della Fin, Paolo Barelli. Oggi, al San Camillo, anche il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha fatto visita oggi a Manuel: "Mi ha stretto la mano e mi ha detto che vuole tornare ad allenarsi. Al di là dei bollettini medici, per me, Manuel tornerà a correre e nuotare". La visita è stata strettamente privata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano restano in carcere. Il gip del Tribunale di Roma Costantino De Robbio ha convalidato il fermo per i due giovani di Acilia fermati per il ferimento di Manuel Bortuzzo avvenuto nella notte tra sabato e domenica.

I due non hanno risposto alle domande del gip perché "quello che avevano da dire lo hanno già detto l'altro ieri in questura", ha spiegato l'avvocato Giulia Cassaro, lasciando Regina Coeli al termine dell'interrogatorio di convalida nel carcere. Al termine dell'interrogatorio, il gip ha convalidato il fermo. L'accusa che la Procura di Roma contesta a Marinelli e Bazzano è quindi quella di tentato omicidio premeditato in concorso e aggravato dai abietti e futili motivi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento