Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Centro Storico

Manifestazione Usb: "No al modello Robin Hood alla rovescia"

In tanti, provenienti da tutta Italia, hanno partecipato alla manifestazione indetta da Usb. Si protesta su diversi fronti: dagli stipendi bassi ai tagli alla scuola fino all'emergenza casa

"Stop al modello Robin Hood alla rovescia": è stato questo il grido comune di lavoratori e studenti che oggi, venerdì 11 Marzo 2011, hanno preso parte alla manifestazione organizzata da Usb, Unione Sindacale di Base. Si sono dati appuntamento in Piazza Repubblica alle 9:30 per far sentire la loro voce. Il colpo d'occhio è stato sostanziale perché in centinaia si sono riversati in piazza con bandiere, striscioni e palloncini.

C'era chi ha fatto un lungo viaggio, dalla Calabria o dalla Lombardia, per unirsi agli altri manifestanti. Lo scopo ovviamente era non passare inosservati per calamitare l'attenzione di tutti. Sicuramente sono riusciti nell'intento perché un camion enorme ha aperto il corteo che dalla piazza ha proseguito verso via Cavour e poi verso le principali strade della città. Dietro il camion, dal quale provenivano musica a tutto volume e slogan di incitamento, c'erano i manifestanti "armati" di fischietti, trombette e maracas. Ogni gruppo, rigorosamente dietro un grande striscione, rivendicava a gran voce i propri diritti.



Sentendo i partecipanti i motivi di questa manifestazione sono i più svariati anche se alla base c'è un sentimento di comune insoddisfazione per le decisioni prese dall'attuale governo in carica. Il blocco dei contratti pubblici, stipendi e pensioni al livello minimo, tasse ridotte per i più ricchi sono solo alcune delle ragioni che spingono i lavoratori a protestare. Fra loro gli autisti dei mezzi pubblici, insegnanti, ma anche vigili del fuoco e in generale tutti coloro che voglio dire basta a questa "politica" di Robin Hood alla rovescia che toglie ai poveri per dare ai ricchi. Inevitabilmente la mente va alla vicenda "affittopoli" e a chi invece si trova a vivere una vera e propria "emergenza casa". Ma tra i dimostranti ci sono anche insegnanti e studenti che sono stati costretti a fare i conti con i tagli della Riforma Gelmini.
 

I manifestanti hanno voluto rivendicare i loro diritti e staremo a vedere se la loro voce sarà stata ascoltata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione Usb: "No al modello Robin Hood alla rovescia"

RomaToday è in caricamento