menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

No mask e negazionisti in piazza a Roma, Zingaretti: "Offendono i morti e i medici che aiutano l'Italia"

Il Governatore del Lazio: "Dobbiamo opporci ai negazionisti. Ce la faremo, torneremo a vivere ma bisogna combattere uniti"

Mancano pochi giorni alla manifestazione dei negazioniti del coronavirus a Roma. Sabato 5 settembre, alla Bocca della Verità, si sono dati appuntamento una serie di gruppi dai no-vax all'ultra destra, passando per i negazionisti del Covid ai gilet arancioni. 

A tirare le fila della manifestazione contro la "dittatura sanitaria", c'è il movimento di estrema destra di Forza Nuova. Il leader, Giuliano Castellino, non si nasconde e sottolinea come nella Capitale ci saranno tante persone a scendere in piazza: "Saremo migliaia, migliaia di italiani decisi a battersi per le libertà".

Nel solco della protesta di Berlino, Forza Nuova ha attaccato anche l'Oms, che "ha agito come ariete della Troika, imponendo ovunque il modello cinese. Terrore sanitario, lockdown e arresti domiciliari di massa, distanziamento, mascherine, Tso contro i più refrattari e nessuna liberta' fino alla vaccinazione obbligatoria di massa, rigorosamente con marchio Bill Gates, quale unica via di salvezza".

Alla Questura di Roma, la manifestazione è stata preannunciata come una protesta di alcune mamme contro la 'dittatura sanitaria'. Un vessillo dietro al quale hanno trovato posto diverse anime, anche 'nere'.

Chi si dissocia dall'incontro, senza mezzi termini, è il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: "Ci sono personaggi che organizzano manifestazioni popolari di rifiuto dell'esistenza stessa del Covid. Sono negazionisti che offendono prima di tutto i morti, le vittime e offendono le centinaia di donne e uomini del personale sanitario che in questi mesi hanno fatto di tutto per aiutare l'Italia a rimettersi in piedi".

"Non posso che denunciare l'irresponsabilità e la follia di chi lavora contro l'Italia, contro le persone e contro la possibilità di rimetterci in piedi. - ha concluso Zingaretti - Dobbiamo opporci ai negazionisti. Ce la faremo, torneremo a vivere ma bisogna combattere uniti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento